22 marzo 2018

COSTELLAZIONI. PRONTI, PARTENZA …. SPAZIO!

Comunicato Stampa

Le costellazioni di Giorgio Rossi. Debutta al Teatro Solvay la nuova produzione per i più piccoli dell’Associazione Sosta Palmizi

 

DOMENICA 25 MARZO alle ORE 16.15 al Teatro Solvay di Rosignano Solvay (LI) nell’ambito della stagione TEATRO FAMIGLIA di Armunia debutta COSTELLAZIONI. PRONTI, PARTENZA …. SPAZIO! una creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi, ideazione coreografica e direzione artistica di Giorgio Rossi. Questa nuova produzione dell’Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi, è uno spettacolo dedicato alla scoperta dell’Universo. Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle. Interpreti  sono Savino Italiano, Olga Mascolo e Anna Moscatelli. “Tutti noi abbiamo un’origine comune, siamo tutti figli dell’evoluzione dell’universo, dell’evoluzione delle stelle, e quindi siamo davvero tutti fratelli. Nella nostra galassia ci sono quattrocento miliardi di stelle, e nell’universo ci sono più di cento miliardi di galassie. Pensare di essere unici è molto improbabile.” così la compagnia Sosta Palmizi presenta il loro nuovo spettacolo dedicato ai più piccoli in cui si racconta la storia del l professor Radar e delle sue due assistenti, Bussola e Calamita, che dopo anni e anni di studi, per la prima volta in pubblico,  presenteranno al mondo intero la loro incredibile invenzione: la Carrozzina Spaziale. Questa straordinaria invenzione ci porterà prima sulla Luna e poi, sfruttando le Fionde Gravitazionali, ci mostrerà Venere, per poi oltrepassare un anello di meteoriti e vedere Giove e continuare verso lo spazio interstellare… Attraverso questo viaggio fra pianeti e corpi celesti potremo vivere la danza delle Costellazioni: punti luminosi nel cielo, apparentemente vicini fra loro ma realmente distanti milioni e milioni di anni luce. Punti di vista differenti uniti nello sguardo di chi li osserva: la prospettiva, la relatività, le dimensioni del tempo e dello spazio, le qualità della materia, i movimenti dei corpi, la luce, tutto è presente attraverso il gioco, la danza e l’immaginazione di chi è capace di vedere oltre i limiti dello sguardo. E così professore Radar, Bussola e Calamita continueranno il loro viaggio nello spazio interstellare e chissà quante altre avventure vivranno, quali mondi nuovi e stelle e galassie scopriranno! E mentre li vediamo sparire, diventando piccolissimi punti luminosi, noi siamo qua, sapendo che la Terra e tutti noi facciamo parte del grande Spettacolo dell’Universo. E per continuare a danzare insieme al nostro piccolo mondo, è importante averne cura.  Nel 1990 la Compagnia Sosta Palmizi si è sciolta e parte del suo patrimonio artistico si è trasformato dando vita‚ con Raffaella Giordano e Giorgio Rossi in qualità di direttori artistici‚ all’Associazione Sosta Palmizi‚ con sede prima a Torino ed in seguito, dal 1995, a Cortona in Toscana. L’Associazione promuove e sostiene l’attività coreografica dei due direttori ed è una realtà di riferimento nell’ambito della creatività coreutica contemporanea. Nel corso degli anni Raffaella Giordano e Giorgio Rossi hanno coinvolto‚ in maniera organica ed autentica‚ numerose persone provenienti da diverse esperienze‚ maturando un nucleo stabile‚ affine per storia e poetica‚ di Artisti Associati alla struttura. Interpreti‚ autori e collaboratori‚ coinvolti nelle produzioni e sostenuti nel loro percorso individuale‚ che hanno contribuito e contribuiscono allo sviluppo e alla crescita dell’arte coreutica nel panorama artistico del Paese.

Info e prenotazioni armunia tel. 0586754202 www.armunia.eu

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Silvia Pasello

Silvia Pasello e il suo collettivo declinato al femminile

Intervista di Benedetta Pratelli Di tutti gli istanti è il titolo del nuovo progetto che Silvia Pasello sta portando avanti insieme ad altre artiste, tra cui Caterina Simonelli e Silvia Rubes, e che debutterà il 5 luglio a Inequilibrio XXI. Le abbiamo intervistate durante la loro residenza ad Armunia:...

Antonella Questa – Inequilibrio XXI – foto di Antonio Ficai

Antonella Questa: la pedagogia nera in forma di fiaba

Intervista di Francesca Montagni Tra le molte prime nazionali che hanno arricchito il programma di Inequilibrio XXI, una particolarmente attesa è stata quella di Infanzia felice, l’ultimo spettacolo di Antonella Questa. Avevamo già avuto modo di seguire da vicino la gestazione di questo spettacolo, preparato e perfezionato durante varie...

immigrato a chi?

IMMIGRATO A CHI?

Prosegue il percorso di Armunia iniziato nell’estate del 2017 con progetti che hanno come  tema centrale quello dell’integrazione culturale in senso lato, intesa come fragilità e potenzialità da riconoscere e sviluppare. Armunia partecipa attraverso la condivisione di pratiche e l’interazione con tre artiste, al percorso di interculturalità,  Immigrato a chi??...