19 feb 10:0 Residenze
19 febbraio 2018 - 26 febbraio 2018

INFANZIA FELICE

Antonella Questa

pedagogianeraLibro

RESIDENZA

Antonella Questa
in residenza dal 19 al 26 febbraio e dal 15 al 21 aprile
INFANZIA FELICE
uno spettacolo teatrale di e con Antonella Questa

di e con Antonella Questa
coreografie e messa in scena Magali B – Cie Madeleine&Alfred
disegno luci Daniele Passeri
organizzazione generale Serena Sarbia
produzione LaQ- Prod
in collaborazione con Pupi&Fresedde Teatro di Rifredi e Armunia Residende Artistiche Castiglioncello
ufficio stampa brizzi comunicazione

Katharina Rutschky, sociologa e scienziata dell’educazione, pubblicò a Berlino nel 1977: PEDAGOGIA NERA, una raccolta di saggi e manuali sull’educazione dei bambini, pubblicati con successo a partire dalla fine del milleseicento fino ai primi del secolo scorso.

Un lungo viaggio umano e scientifico all’interno dei metodi educativi elaborati per crescere dei bravi adulti obbedienti attraverso la repressione delle loro emozioni, ignorando i loro bisogni, manipolando la loro volontà e per questo usando la violenza fisica e psicologica, l’autoritarismo in famiglia e a scuola, ovvero tutto quello che il regista Haneke ha molto ben descritto nel pluripremiato film Il nastro bianco.

Di questo saggio e dei molti libri letti, mi ha colpito in modo particolare la correlazione dimostrata tra quel tipo di educazione e l’adesione in massa al nazismo oppure l’autodistruzione tramite la droga di Christiane F. Sostanzialmente la dimostrazione di quanto un bambino possa essere influenzato dall’educazione che riceve a casa e a scuola.

Mi è venuto allora spontaneo guardare a cosa succede oggi che quei metodi di pedagogia nera sono stati banditi in famiglia e negli istituti scolastici, oggi che nelle aule non ci sono più banchi disposti rigidamente in un solo senso o cattedre rialzate, che il maestro non usa più la bacchetta sulle dita o si permette di legarti le mani dietro la schiena, che i genitori si limitano alla sculacciata ogni tanto o al classico schiaffone per il quale “non è mai morto nessuno”.

Mi sono chiesta che tipo di educazione esista oggi, cosa stia succedendo ai bambini nelle scuole e nelle famiglie, bambini che dalla cronaca sono spesso protagonisti di episodi di bullismo, bambini che strillano in ogni dove per qualsiasi cosa, spesso definiti “viziati” e da grandicelli “bamboccioni”. Mi sono chiesta anche se esista un collegamento tra questa generazione di bambini e la rivalità evidente tra genitori ed insegnanti, in merito alla responsabilità educativa.

INFANZIA FELICE è diventato così un viaggio, anche molto divertente, all’interno della famiglia e della scuola di oggi, cercando di capire come mai quest’infanzia apparentemente tanto protetta, pare essere invece più sofferente, meno rispettata e più violenta di quella che crebbe sotto la vecchia pedagogia nera.

Antonella Questa

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 18 gennaio 2018