28 mar 21:15 Spettacoli
28 marzo 2018
{Evento terminato}

ZELDA/Vita e Morte di Zelda Fitzgerald

Piccola Compagnia della Magnolia

Copia di zelda_0214_a

Artista eccentrica e poliedrica, moglie dello scrittore Francis Scott Fitzgerald. Autrice nel 1932 del meraviglioso romanzo autobiografico “Lasciami l’ultimo valzer”. Morì all’età di quarantotto anni in circostanze oscure nell’incen-dio dell’ospedale psichiatrico in cui era ricoverata a causa della sua instabilità mentale dovuta ad una grave forma di schizofrenia. Una donna dagli atteggiamenti anticonvenzionali e spregiudicati considerata una proto-femminista. Zelda e Fitzgerald, uniti da una straziante e struggente storia d’amore, sono stati un’icona della nuova Età del jazz in America e successivamente sono diventati negli anni ’20 un modello per l’Europa, attraversata dalla coppia durante i lunghi ed estenuanti ricoveri di Zelda.
Sull’ultimo giaciglio dell’artista, sola e convalescente per congestione d’idee in un letto di un oscuro ospedale psichiatrico della provincia americana, si ripropongono le parole di una Zelda già in attesa della morte otto anni dopo il compagno. E da sotto il lenzuolo vengono estratti come rigurgiti dell’anima i simboli di una vita: un pegno d’amore di Scott, carte, lettere, giornali, fotografie.

Castello Pasquini/Sala del Camino
SPETTACOLO

MERCOLEDÌ 28 MARZO – ORE 21.30

Piccola Compagnia della Magnolia – ZELDA/Vita e Morte di Zelda Fitzgerald 

 

progetto Bio_Grafie 
drammaturgia Giorgia Cerruti 
regia Davide Giglio e Giorgia Cerruti 
in scena Giorgia Cerruti 
una creazione Piccola Compagnia della Magnolia

durata 60’

Piccola Compagnia della Magnolia dal 2004 compie una rigorosa e appassionata indagine a cavallo tra codici teatrali e ricerca, riappropriandosi dei classici con sguardo contemporaneo o sperimentando scritture originali. Cerca una sintesi tra ricerca formale e densità emotiva, in dialogo aperto e diretto con il pubblico. Dal 2014, oltre all’attività principale di creazione in Italia e all’estero, Magnolia si occupa del progetto Maestrale, campus di alta formazione per attori con maestri della scena teatrale internazionale.

in residenza dal 19 al 28 marzo
con la prima fase del lavoro per MATER DEI di Massimo Sgorbani

Mater Dei è un meraviglioso testo di Massimo Sgorbani, scritto ormai qualche anno fa, rimasto inedito e mai rappresentato. Libera variante sul tema del mito, “Mater dei” ha come protagonisti una madre e un figlio, collocati in un tempo immaginario e in un luogo altrettanto immaginario del sud dell’Italia. Chi parla è la madre, vittima molti anni prima della violenza di un dio che, attratto dalla sua bellezza, è sceso sulla terra sotto sembianze animalesche e l’ha posseduta con la forza. Una sorta di rivisitazione del mito di Giove ed Europa dove la donna, invece che essere rapita, viene stuprata e ingravidata dal dio autoritario e passionale. La gravidanza, iperbolica e paradossale, genera ben dodici figli, tutti dotati dei paterni attributi divini, tranne l’ultimo. L’ultimo è un dio mancato, debole, troppo umano, e la madre ha dedicato la sua vita a nasconderlo e proteggerlo. Ora però qualcuno sta arrivando a prenderlo, qualcuno intenzionato a “correggere l’errore”.  Piccola Compagnia della Magnolia si avvicina per la prima volta alla drammaturgia di Sgorbani con questa nuova creazione 2018.

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 21 luglio 2018