20 Dicembre 2018

CITTA’ FUTURA

Comunicato stampa

CITTA’ FUTURA

Un progetto di Armunia in collaborazione con AgaveTeatro

A cura di: Elena De Carolis, Sara Fallani, Cristina Pancini, Alice Bescapè

Coordinamento: Elena De Carolis

 

Armunia in collaborazione con AgaveTeatro invita gli abitanti di Rosignano Solvay ad un nuovo appuntamento il 21 Dicembre con il progetto Città Futura, un progetto di arte pubblica il cui obiettivo è sempre stato quello di riportare gli abitanti al centro della città in cui vivono e, facendone i protagonisti, far sentire la loro voce attraverso i linguaggi artistici. Il progetto inizia nel gennaio 2016 con una serie di interviste realizzate al Centro Culturale Le Creste per capire come viene vissuta e percepita Rosignano Solvay dai suoi abitanti. Si decide di lavorare con i giovani del territorio e da questa iniziativa nasce la prima fase del progetto Città Futura: Parto per un viaggio nella mia città, il cui fine è quello di realizzare un ritratto di Rosignano Solvay vista con gli occhi dalle ragazze e i ragazzi che ogni giorno la vivono. Nel novembre 2017 viene realizzata una mostra al Castello Pasquini a Castiglioncello con tutti i materiali prodotti e raccolti fino al quel momento.

Ora lo sguardo si volge al futuro: com’è la Rosignano di domani? Quali sono i desideri dei suoi abitanti?

Abbiamo bisogno di sentirci parte di una comunità, di non sentirci soli, abbiamo bisogno di immaginare, di pensare al futuro, di non avere paura. Immaginare è un motore che molto spesso teniamo a freno, perché ci sembra stupido, infantile, a volte inutile. Ma è proprio concedendosi di essere fragili, vulnerabili, di essere sé stessi, che si generano relazioni e comunità più unite e forti in grado di mettere in atto e realizzare i propri desideri.

Quest’anno Città Futura ha fatto immaginare a un gruppo di adolescenti dell’IIS Mattei il mondo come lo vorrei e la città che vorrei, rimettendo in moto l’immaginazione ma anche prendendo delle scelte per capire veramente quali erano i desideri più profondi. Con i loro desideri verrà trasformato temporaneamente un luogo della città, il sottopasso de Le Creste, dando vita a un frammento della città sotterranea, un sogno collettivo, dove, come in un coro, nessuno è più importante degli altri, sono tutti unici e tutti fanno parte della città. Gli abitanti di Rosignano Solvay, che lamentano la mancanza di un centro e la presenza della ferrovia che taglia a metà la città, si ritroveranno nel sottopasso che ne unisce le due parti e che diventerà per qualche giorno il centro di Rosignano Solvay, ne diventerà il cuore.

Per fare questo è necessario raccogliere i desideri di più persone possibile e così il 21 dicembre proprio nel sottopasso delle Creste dalle 16.00 alle 19.00 tutti gli abitanti di Rosignano Solvay sono invitati a concedersi un attimo per immaginare e lasciare anonimamente i propri desideri.

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Ciro Masella intervista

“L’Ospite” dentro ognuno di noi: intervista a Ciro Masella e Aleksandros Memetaj

Intervista di Alessandro Leoncini Ciro Masella ed Aleksandros Memetaj presenteranno alla ventunesima edizione del Festival Inequilibrio il primo studio de L’ospite, un testo che porta la firma di Oscar De Summa. Durante il loro periodo di residenza artistica al Castello Pasquini ho avuto l’occasione di scambiare qualche parola con i due attori;...

Silvia Pasello

Silvia Pasello e il suo collettivo declinato al femminile

Intervista di Benedetta Pratelli Di tutti gli istanti è il titolo del nuovo progetto che Silvia Pasello sta portando avanti insieme ad altre artiste, tra cui Caterina Simonelli e Silvia Rubes, e che debutterà il 5 luglio a Inequilibrio XXI. Le abbiamo intervistate durante la loro residenza ad Armunia:...