fbpx

PROGETTO G.I.O.I.A.

G.I.O.I.A
Gruppo d’Interesse Operatori Insegnanti e Appassionati

GIOIA è l’acronimo di Gruppo d’Interesse Operatori Insegnanti e Appassionati, ed è un percorso di formazione artistica.
Durante l’anno saranno attivati cinque laboratori e workshop sul corpo, la parola, la musica e la ricerca linguistica aperti a tutti, per vivere le arti della scena come strumenti di crescita in relazione alla società e al dialogo tra le generazioni.
Gli artisti che guideranno il progetto GIOIA, accompagneranno i partecipanti alla scoperta di nuove possibilità, di comunicazione verbale, gestuale e sonora ponendo al centro il corpo.

I LABORATORI:

• IL CORPO DI BALLO _ laboratorio performativo
  condotto da Silvia Gribaudi

• PANGEA LAB
  condotto da Teatro Sotterraneo

• S.O.S PERSONAGGIO
  il mio personaggio teatrale mi aiuta a …
  condotto da Antonella Questa

• ECO SOUND
 Tra memoria, tradizione e modernità
 laboratorio di musica
  a cura di Pino Basile e Michele Ciccimarra

Tutti i laboratori sono gratuiti, per un massimo di 15 partecipanti.
Prenotazione obbligatoria.
Info 0586/754202
ranieri@armunia.eu

IL CORPO DI BALLO _ laboratorio performativo
condotto da Silvia Gribaudi

QUANDO: 8 e 9 febbraio dalle ore 19.30 alle ore 22.00
DESTINATARI: aperto a tutti, senza bisogno di essere danzatori o danzatrici.
DOVE: Auditorium Danesin – via del Torrione 6 – Rosignano Marittimo

Come possiamo essere un corpo di ballo oggi?
Cosa vuol dire essere un corpo e una comunità?
Il corpo di ballo è nella danza il gruppo formato da i danzatori e le danzatrici che non ricoprono il ruolo di solisti ed equivale al coro dell’opera lirica.
Svolge le parti di insieme di un balletto e spesso accompagna come sfondo le evoluzioni dei solisti e dei primi ballerini. I danzatori del corps de ballet devono eseguire i passi all’unisono.
E’ la loro unità che li rende unici e potenti.
in questo laboratorio si affronta con ironia e vitalità il gioco di creare un CORPO DI BALLO, ma con l’accezione di CORPO COMUNITARIO.
Normalmente il corpo di ballo si muove all’unisono e sincronizzato, ma in questo laboratorio valorizzeremo il corpo e sue molteplici diversità, esaltando la bellezza dei contrasti pur all’interno di un corpo collettivo.

 

PANGEA LAB
condotto da Teatro Sotterraneo

QUANDO: 1 e 2 marzo dalle ore 19.30 alle ore 22.30
DESTINATARI: aperto a tutti
DOVE: Auditorium Danesin – via del Torrione 6 – Rosignano Marittimo

Il focus di Pangea Lab sarà posto sulla questione del linguaggio come strumento di comunicazione prettamente umano in grado di creare connessioni e fraintendimenti, sulle lingue umane come microcosmi in grado di contenere interi universi di senso, sul potere delle parole in senso aggregativo e potenzialmente rivoluzionario ma anche nelle sue derive totalitaristiche e coloniali. Parole da tutto il mondo per aiutare a guardare meglio dentro le maglie del tessuto sociale, etico e culturale di homo sapiens.

 

S.O.S PERSONAGGIO
il mio personaggio teatrale mi aiuta a …
condotto da Antonella Questa

QUANDO: 29, 30 e 31 marzo dalle ore 19.30 alle ore 22.00
DESTINATARI: aperto a tutti
DOVE: Auditorium Danesin – via del Torrione 6 – Rosignano Marittimo

Quante volte ci siamo trovati di fronte ad un problema insormontabile? Quante volte abbiamo invocato l’aiuto di forze sovrannaturali per risolverlo o anche solo affrontarlo? Quante volte abbiamo pensato “non ce la farò mai”? E se la soluzione fosse già dentro di noi? E se quella soluzione potesse essere d’aiuto anche ad altri?
Antonella Questa, spinta dalla sua ricerca sul tema della relazione, convinta delle potenzialità sopite che ognuno di noi si porta dentro, ha immaginato un gioco corale e molto divertente con i nostri personaggi teatrali interiori, quella sorta di amici immaginari che se sapientemente interrogati, possono aiutarci a risolvere problemi e situazioni quotidiane all’apparenza impossibili. Una specie di geni della lampada che abbiamo dentro e che ci possono ricordare, il vero genio, siamo proprio noi.

TAPPE INTERMEDIE:
Parte 1
Il laboratorio sarà strutturato in due momenti distinti: una prima parte del lavoro dovrà esser svolta prima del vero e proprio seminario, ognuno a casa propria, in cui si dovrà:
• pensare a un problema, una difficoltà particolarmente ostici per noi (che non dovrà però mai essere rivelata pubblicamente)
• quale persona o personalità potrebbe risolverla, aiutarmi a superarla?
• una volta scelta, immaginare: il suo nome, i suoi vestiti, l’accento, la storia personale (da dove viene, famiglia, studi, amori…), il suo indirizzo, la sua casa, quali siano le figure di riferimento che lo hanno reso così potente, importante, giusto per la soluzione del problema, cosa fa nella vita, il suo superpotere, il suo difetto peggiore, la sua qualità migliore …
Parte 2
Il secondo momento invece, avverrà in presenza di Antonella e delle/gli altri partecipanti, in cui dopo un breve momento di riscaldamento e di giochi per rilassarsi e lasciarsi andare, liberandosi dal giudizio, verranno svolti alcuni esercizi per impersonare al meglio il nostro personaggio precedentemente immaginato a casa. Quest’ultimo infine verrà invitato per una intervista pubblica, un momento puramente ludico in cui potersi presentare (usando anche parrucche, oggetti, vestiti portati da casa) attraverso le risposte alle domande di Antonella e dei presenti.

OBIETTIVI:
La finalità del Laboratorio è innanzitutto divertirsi, imparando a costruire un personaggio teatrale, partendo dalle nostre infinite qualità sopite, e scoprendo magari che quella sua particolare dote nel risolvere i problemi gliela abbiamo data proprio noi.

ECO SOUND
Tra memoria, tradizione e modernità
laboratorio di musica
a cura di Pino Basile e Michele Ciccimarra

QUANDO: 26, 27, 28, 29 e 30 aprile dalle ore 19.00 alle ore 22.00
DESTINATARI: aperto a tutti
DOVE: Auditorium Danesin – via del Torrione 6 – Rosignano Marittimo

OBIETTIVI:
• Educazione ambientale.
• Recupero della memoria storica.
• Educazione alla creatività, alla manipolazione, alla costruzione di strumenti e oggetti sonori
sia reali, legati alla tradizione musicale del sud Italia, che puramente inventati.
• Educazione al lavoro di gruppo, tramite la realizzazione e l’uso pratico degli strumenti
creati.
• Educazione musicale.

Il laboratorio, organizzato da Armunia nei territori di Rosignano Marittimo e Castiglioncello, è un’occasione di incontro sul suono e le percussioni con la comunità locale. I musicisti performer Pino Basile e Michele Ciccimarra svolgeranno un laboratorio sul suono e la musica aperto a tutti. Partendo dalla raccolta di materiali direttamente dalla natura, ma anche dal proprio vissuto domestico, saranno costruiti strumenti e oggetti sonori ispirati alla tradizione del sud del mediterraneo. Dopo la fase di raccolta di materiali naturali i partecipanti saranno guidati alla costruzione di nuovi oggetti che potranno definirsi musicali, solo nel momento in cui assumeranno le caratteristiche sonore a imitazione di strumenti già noti ma anche di fantasia.
Tra le ipotesi di realizzazione ci sarà la costruzione di tamburi a frizione, tamburelli, sonagli, strumenti a corde, ad arco, a fiato, ecc. Dalle realizzazioni sarà possibile recuperare la memoria sia degli strumenti, che della cultura popolare meridionale e mediterranea, facendo ri-emergere, in una sorta di riciclo, storie e canti sia legati sia alla tradizione che alla contemporaneità. Parallelamente al lavoro di costruzione e di recupero materiale e immateriale, il laboratorio seguirà la propria vocazione musicale con un’attività di formazione collettiva. Si utilizzeranno tecniche e pratiche di musica d’insieme e training ritmico/vocale, volte a creare un collettivo sonoro composto da tutti i partecipanti. Per questo laboratorio non sono necessarie specifiche competenze musicali, in caso contrario, forniranno un valido contributo al processo condiviso. La settimana di laboratorio e di esperienza musicale collettiva, prevista dal 26 al 30 aprile 2022 culminerà con un momento di restituzione e di apertura al territorio che prenderà la forma di una festa concerto all’aperto nel giorno di domenica 1° maggio 2022.
Potremmo addirittura intitolare l’evento “Festa della Musica dei Lavoratori”. Sarà l’occasione per celebrare in maniera festosa e rumorosa la giornata dedicata ai lavoratori che sicuramente ispirerà e nutrirà lo spirito di tutta la settimana di lavoro precedente.

Condividi con gli amici