- Armunia - https://armunia.eu -

Tindaro Granata arriva a Inequilibrio con Antropolaroid, nel decennale della sua creazione

Tra danza e teatro prosegue Inequilibrio 2021. Il primo appuntamento di martedì 29 giugno è alle 17 presso la Sala Danesin di Rosignano Marittimo, dove Francesco Sinisi presenta in anteprima il suo “La Gloria”, spettacolo prodotto da La Corte Ospitale, che vede in scena Alessandro Bay Rossi, Dario Caccuri e Marina Occhionero, diretti dal regista Mario Scandale. Lo spettacolo, vincitore di Forever Young 2019/20, si presenta come uno studio sulle origini delle dittature nel mondo occidentale, e sui suoi intricati rapporti con la psiche giovanile, attraverso un gioco metateatrale che pone al centro la figura di Hitler. “Vorremmo portare il pubblico a chiedersi – dichiara il regista – quale sia e quanto sia sottile il confine che esiste fra un rivoluzionario e un dittatore, fra un visionario e un mitomane”.

Segue alle 19 sempre a Rosignano Marittimo, presso il Teatro Nardini, lo spettacolo di danza della compagnia Habillé D’eau, che torna al festival con Abstract. Un’azione concreta, idea e regia di Silvia Rampelli, in scena Alessandra Cristiani, Eleonora Chiocchini, Valerio Sirna. “Penso la scena – dichiara Rampelli – come quel dispositivo di prossimità che – sospendendo la violenza del reale – consente la presa diretta del fatto, ineludibile piano sequenza sulla materia, sul suo volto interrogante. Rifletto sul potenziale di irrealtà del dato. Rifletto sull’illusione di realtà”. In un tempo richiamato e interrotto, tre figure stazionano. Si cimentano con l’azione solitaria, tentano il duo, non senza lacerazione il numero tre. 

Alle 21 il festival si sposta a Castiglioncello, nell’Anfiteatro di Castello Pasquini, dove Nicola Simone Cisternino porta in scena SOBOTTA – THE SQUARE, insieme ai due performer Jari Boldrini e Sara Sguotti. “Sobotta si fonda sulla teoria di MacLeen di una trina strutturazione del cervello – spiega Cisternino – per ricercare le similitudini presenti tra le strutture anatomiche, la musica e lo spazio. The Square si focalizza sul sistema limbico, il quale gestisce i confini della nostra emotività, con lo sguardo rivolto non più al senso degli eventi, ma agli arti ed alla pelle”. Tramite un vocabolario precedentemente costruito e con specifiche funzioni i danzatori ricevono live da consolle audio indicazioni sulle azioni da svolgere per costruire istantaneamente scene dai diversi spettri emotivi.

Alle 22 segue nell’Arena di Castello Pasquini uno spettacolo evento con Tindaro Granata, che porta a Inequilibrio 2021 il suo pluripremiato Antropolaroid, festeggiandone il decennale. Uno spettacolo di cupa bellezza, struggente, attraversato da un’inquietudine dolorosa, dove a tratti si coglie ugualmente, amaramente, l’occasione di ridere, per la caratterizzazione dei personaggi, il loro susseguirsi sulla scena, per l’abilità stessa dell’attore nel trasformarsi: tante le metamorfosi. Tindaro Granata, solo in scena, racconta di figure familiari, di generazioni, di una terra, la Sicilia, da cui anche allontanarsi. Evento nell’evento è l’appuntamento con il giovane artista Gabriele Brunelli, originario di San Miniato. Tindaro Granata sceglie infatti in ogni piazza in cui porta il decennale di Antropolaroid un giovanissimo o una giovanissima artista, incaricata di portare in scena un proprio personale “Antropolaroid”, raccontando le proprie storie e quelle della propria terra. A Castiglioncello Brunelli presenta dunque il suo Ironia della sorte, in cui affronta le memorie e i racconti dei propri avi, ricomponendo una parte del suo albero genealogico per cercare le radici della sua famiglia. “Ho voluto esorcizzare il dubbio – dichiara l’attore toscano – la paura del senso del vuoto e della vertigine. Sono andato alla ricerca di un “SE” che permetta di ironizzare consapevolmente sugli inciampi a cui la vita ci destina o cui, forse, noi ci destiniamo”.