Castiglioncello Summertime Festival

info e prenotazioni 335 5372027

Castiglioncello Summertime Festival
dal 16 luglio al 9 agosto
ciambella

Torna il Castiglioncello Summertime Festival, organizzato dalla Pro Loco Amici di Castiglioncello, con la direzione artistica di Luca Bellofiore.

Di seguito, diamo il programma giornaliero dei concerti.

Domenica 16 luglio – ore 22
anfiteatro parco Castello Pasquini, piazza della Vittoria, Castiglioncello 
Fresh Reading con Michele Cristiano «Bibappalula» Aulicino
A seguire
Sergio Caputo Trio
caputo

Giovedì 20 luglio – ore 22
anfiteatro parco Castello Pasquini, piazza della Vittoria, Castiglioncello 
Greta Panettieri Band & Greg 
greta

 

Lunedì 24 luglio – ore 22
anfiteatro parco Castello Pasquini, piazza della Vittoria, Castiglioncello 
proiezioni live painting con Andrea Spinelli
Edda
edda

 

Sabato 29 luglio – ore 22
anfiteatro parco Castello Pasquini, piazza della Vittoria, Castiglioncello 
Soupstar: Gianluca Petrella & Giovanni Guidi 
guidipetrella

 

Domenica 6 agosto – ore 22
anfiteatro parco Castello Pasquini, piazza della Vittoria, Castiglioncello – ore 22
Bimbi’n’banda
A seguire
Sola Andata (Guy-Frank Pellerin, Jorge Migoya, Annabel de Courson, Stefano Agostini)
sola-andata-600x400

Live painter della manifestazione: Claudio Calvetti

https://www.facebook.com/Castiglioncello-Summertime-Festival-455113497986993/


info e prenotazioni: 335.5372027

A cura di:
Redazione Armunia

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Teatro dell’Elce – SULLA MORALE NELL’ERA TECNOLOGICA

Intervista a Marco Di Costanzo della Compagnia Teatro dell’Elce

Articolo di Alessandro Leoncini Domenica 21 Gennaio è andata in scena tra le mura del Castello Pasquini la prima restituzione della stagione 2018 di Armunia: SULLA MORALE NELL’ERA TECNOLOGICA. La prova aperta ha rappresentato la fine della residenza del collettivo teatrale fiorentino Teatro dell’Elce. L’esibizione ha riguardato la primissima...

Marcello Sambati – Foto di Daniele Laorenza

L’opinione degli artisti

MARCELLO SAMBATI: Il tema della mancanza è sorto durante il festival e non riguarda solo noi. Questa defezione assoluta degli osservatori critici è qualcosa di pesante che si nota più della presenza. Tutto ciò fa riflettere sulla funzione e disfunzione della critica. Naturalmente, le opere non hanno necessariamente bisogno...