fbpx

Dall’ottava rima al rap e al freestyle, partendo dagli antichi greci. Un laboratorio teatrale per ragazzi dai 10 ai 13 anni con la compagnia dei Sacchi di sabbia

Proseguono con grande successo i laboratori teatrali che Armunia organizza online per ragazzi dai 10 ai 13 anni. Sono aperte già le iscrizioni al laboratorio dei Sacchi di sabbia dal titolo Contrasti epici ad uso delle nuove generazioni. La Compagnia dei Sacchi di sabbia si è distinta sul piano nazionale, ricevendo importanti riconoscimenti per la particolarità di una ricerca improntata nella reinvenzione di una scena popolare contemporanea. Memorabile il loro spettacolo I dialoghi degli dei nel quale, grazie alla loro felice vena comica, hanno ambientato, in un’aula scolastica, una coppia di dei che spettegola sulle tresche sessuali degli abitanti dell’Olimpo, mentre la maestra interroga due “maturi” scolaretti in calzoncini al ginocchio. Quello che risponde male viene regolarmente colpito dagli “zot divini” di Zeus. In scena ci sono solo gli attori, il testo e l’ironia travolgente che ti fa sentire vicino e rende contemporaneo quel mondo greco, all’apparenza così lontano da noi.  Il laboratorio che I sacchi di sabbia terranno on line, è gratuito, per un massimo di 15 partecipanti e le prenotazioni saranno accettate fino al raggiungimento del numero di partecipanti previsto. Sono previsti sei incontri ed è obbligatoria la partecipazione a tutti gli appuntamenti. Il primo è in calendario il 31 marzo e 1 aprile dalle 17:00 alle 19:00, quindi 28 e 29 aprile sempre dalle 17:00 alle 19:00 e 19 e 20 maggio alla stessa ora. “Un po’ come facevano i vecchi contadini nelle dispute in ottava rima- racconta Giovanni Guerrieri dei Sacchi- cercheremo le forme giuste per trasformare questi scontri poetici in oralità: ci avvarremo della collaborazione di Davide Barbafiera, un musicista, che lavorerà con noi nella creazione di ritmi ispirati alla musica rap e al mondo del freestyle (dove il contrasto ha trovato nuova linfa). Partire dagli antichi greci per arrivare al rap: questo è lo scopo del percorso, nella convinzione che il “contrasto” così declinato possa rivelarsi uno strumento efficace nella formazione di un adolescente, non solo per affrontare il patrimonio culturale della mitologia, ma anche per trasformarlo in una metafora dei tempi che stiamo vivendo”.  Il laboratorio si concentrerà sulla domanda Cos’è un “contrasto”? In letteratura si definisce così un componimento allegorico – spesso su temi amorosi – disputato anche in forma orale, tra due contendenti. La formula si strutturò nel medioevo, tra i rimatori e poeti, ed ebbe, come è noto, molta fortuna. Meno noto è che l’embrione di quel che poi diverrà contrasto, si trova all’origine del teatro greco, quando i contadini attici, nelle pause del lavoro, davano voce agli eroi del mito, facendoli rivivere i loro scontri in metriche zoppicanti. In questo senso il laboratorio è un percorso in bilico tra scrittura creativa, teatro e musica, che la compagnia vorrebbe strutturare isolando con i ragazzi alcuni duelli mitici (ad esempio Ettore e Achille), per riscriverli in forma di disputa verbale tra due contendenti. Gli antichi scontri dei guerrieri diverranno pretesti anche per parlare del presente, di quel che i ragazzi vivono, della loro visione e dei loro desideri. Il laboratorio si terrà sulla piattaforma online Google Meet (link sarà fornito in prossimità dell’incontro). Iscrizione obbligatoria al link https://www.eventbrite.it/e/registrazione-contrasti-epici-ad-uso-delle-nuove-generazioni-con-i-sacchi-di-sabbia-143681295623
Informazioni: tel. 0586/754202 – ranieri@armunia.eu www.armunia.eu

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti