fbpx

Inequilibrio chiude con il jazz di Fabrizio Bosso e la lectura performance di Daniele Ninarello

Ultima giornata di festival per la 24° edizione di Inequilibrio. Alle 20 e 30 nell’Arena di Castello Pasquini il danzatore e coreografo Daniele Ninarello presenta Pastorale, una lecture performance sulla sua ultima creazione coreografica, che intreccia suggestioni, letture, e indicazioni coreografiche per addentrarsi nel processo creativo. In scena quattro danzatori, Vera Borghini, Zoé Bernbéu, Lorenzo Covello e Francesca Dibiase.  “Questa creazione – dichiara Ninarello – nasce dal desiderio di affrontare il tema della riunificazione, la nostalgia dell’unisono. Pastorale è il terzo lavoro di un ciclo di quattro rituali coreografici esperienziali concepiti a partire dalla creazione di pratiche anatomiche che si dispiegano nel comporre la dimensione spaziale e coreografica del rituale, in cui i corpi sono spesso orientati dalla composizione sonora”. Pastorale appare in definitiva come una riflessione sul senso di cooperazione, sulla cura costante verso questo funzionamento che ci svela inscritti gli uni negli altri. La chiusura della 24° edizione del festival è La chiusura di Inequilibrio non può che essere affidata alla musica, quella dell’improvvisazione per eccellenza: il Jazz con il concerto BARIVILLE IVtet con Guido Di Leone – Fabrizio Bosso – Bruno Montrone – Mimmo Campanale. Fabrizio Bosso, torinese, musicista di spicco del panorama internazionale, conclamato virtuoso della tromba, ha vissuto a Bari negli anni ’90, proprio nel periodo in cui la sua fama incominciava a non avere confini. Ed è proprio in quel periodo che si instaura un rapporto d’intesa musicale e umana con il chitarrista barese Guido Di Leone e con il batterista di Andria Mimmo Campanale. I Tre si ritrovano in molteplici occasioni, festival, JazzClub, sessioni discografiche e nel 2012, con la partecipazione del contrabbassista Giuseppe Bassi, incidono Four friends in Bari che li porterà per anni sul palco. Nel 2021, in seguito alle innumerevoli richieste di concerti, ritorna il desiderio e l’esigenza di incidere ancora insieme, si pensa ad un suono di gruppo differente ed ecco che il quartetto viene completato dal giovane Bruno Montrone all’organo Hammond. Bariville IVtet, nome del gruppo e titolo del loro CD, in un repertorio senza pregiudizi. Temi Bop come Nutville, Fungii Mama e Nutty, il classico Stars Fell on Alabama, la bossa Falando de amor, due composizioni originali, sono alcuni dei temi su cui, le quattro diverse personalità, convogliano naturalmente con competenza, energia ed eleganza. Fabrizio Bosso trombettista ha collaborato anche con molti altri musicisti, affacciandosi anche al pop. Ha infatti partecipato a molti festival di Sanremo con Sergio Cammariere, Raphael Gualazzi, Nina Zilli, ha duettato con Tiziano Ferro, Renato Zero e Claudio Baglioni. E’ stato poi guest di Diego Bianchi nella trasmissione Gazebo e di Panariello nella trasmissione “Panariello non esiste”. Al mattino, alle 10,30 il primo appuntamento però è, ancora una volta, un fuori programma: la presentazione della nuova rivista «La Falena», di cui è in uscita il nuovo numero Stato di Cattività. Materiali per la ripartenza, fondata dal Teatro Metastasio durante il periodo di lockdown e curata da Lorenzo Donati, Maddalena Giovannelli, Rodolfo Sacchettini, Alessandro Toppi. La giornata prosegue con le ultime due occasioni di incontro con la compagnia singaporiana T.H.E. Dance Company, che alle 16 e alle 21 nella Sala del Ricamo di Castello Pasquini mette in scena Phenoumenon, una performance di realtà virtuale immersiva a 360°, la cui coreografia è firmata da Kuik Swee Boon.

 

Info e biglietti sul sito www.armunia.eu (I biglietti del Festival Inequilibrio possono essere acquistati SOLO ONLINE su: www.liveticket.it/armunia) Per gli eventi gratuiti è obbligatoria la registrazione al link: armunia.eventbrite.ittelefono uffici 0586.754202

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Elisa Pol – Walking Memories – Armunia – foto di Antonio Ficai

Attraversare le corrispondenze: Walking Memories di Elisa Pol

E’ tornata ad Armunia Elisa Pol con Walking Memories, una performance di gesti e parole sulla montagna e sul mondo dei ricordi e della dimenticanza. Dopo il debutto del primo Studio al Festival Inequilibrio nel settembre 2020, Elisa è salita sul palco del Teatro Nardini di Rosignano Marittimo, con un...

Y-generation-festival_imagefullwide

YGeneration Festival

Armunia è stata invitata a coordinare il tavolo di Lavoro sulla danza, dal titolo:NETWORKING PER LA DANZA: quali possibilità tra realtà e desiderio, nell’ambito di  YGeneration, I linguaggi della danza. Primo Festival della danza per ragazzi. Un’opportunità che offre ad Armunia ulteriori possibilità di riflessione sul teatro per l’infanzia.  ...

Armunia – Lucrezia Maimone – foto di Antonio Ficai-7

Un caffè con l’artista: Lucrezia Maimone

di Angela Fumarola La scorsa settimana a Castello Pasquini si è svolta la prima tappa del lavoro di Lucrezia Maimone, il cui progetto sostenuto dalla Compagnia Zerogrammi di Torino, ha vinto il premio artistico CollaborAction Kids XL #1 – azione del Network Anticorpi XL, in collaborazione con Cantieri Danza,...