Inequilibrio Festival: 2/a giornata con la prima di “Brave” le differenze fra corpi in scena con Paola Bianchi e Valentina Bravetti

COMUNICATO STAMPA

In replica “L’eccezione e la regola”, di Renata Palminiello da Bertolt Brecht

Inequilibrio Festival: 2/a giornata con la prima di “Brave” le differenze fra corpi in scena con Paola Bianchi e Valentina Bravetti

Ad anticipare il debutto della performance da poco selezionata per la New Italian Dance Platform 2023 la conferenza spettacolo dedicata al lavoro della coreografa Paola Bianchi a cura di Teatro Akropolis

In programma per la giornata due adattamenti da capolavori della letteratura: “Il vagabondo delle stelle”, di Francesco Pennacchia dai racconti di Jack London, e “Memorie del sottosuolo” di Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa da Fëdor Dostoevskij

Rosignano Marittimo, 28 giugno 2023 – Due corpi che si incontrano in scena: uno torna in teatro dopo anni di assenza a causa di una malattia debilitante – la sindrome neurologica paraneoplastica –, l’altro cerca una nuova modalità di presenza. Nasce da qui “Brave”, nuovo lavoro creato e danzato da Valentina Bravetti e Paola Bianchi (che ne firma anche la coreografia) sul palcoscenico in prima nazionale per la 2/a giornata di Inequilibrio Festival, la kermesse dedicata al panorama contemporaneo di teatro, danza e performance a cura di Fondazione Armunia, per il primo anno con la direzione artistica esclusiva di Angela Fumarola, con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana e Comune di Rosignano Marittimo. Appuntamento alle 22.30 presso l’arena Castello Pasquini di Castiglioncello (piazza della Vittoria 1) con lo spettacolo coprodotto da Città di Ebla / Festival Ipercorpo e PinDoc Onlus recentemente selezionato per la New Italian Dance Platform 2023, che ogni anno individua le opere più rappresentative nel panorama della danza in Italia. Frutto di un lavoro di ricerca intorno al tema della compresenza di corpi diversi per abilità e percezione, di un’indagine approfondita sulla relazione, sul supporto vicendevole, sull’accettazione di limiti invalicabili pur tendendo al loro superamento, “Brave” si inserisce nel focus sul convivere delle differenze promosso quest’anno dal festival, con produzioni che vedono in scena artisti con e senza disabilità. Ad anticipare il debutto alle 10.30 presso l’Auditorium Castello Pasquini di Castiglioncello Castiglioncello (piazza della Vittoria 1) la conferenza spettacolo di Teatro Akropolis “La parte maledetta – viaggio ai confini del teatro. Paola Bianchi”, con Clemente Tafuri e David Beronio alla presenza dell’artista.

Da non perdere due adattamenti da capolavori della letteratura: alle 19.30 presso il Teatro Nardini di Rosignano Marittimo (Via dei Lavoratori, 21) “Il vagabondo delle stelle” tratto dai racconti di Jack London, di e con Francesco Pennacchia, e alle 20.45 al Teatro Solvay di Rosignano Solvay (via Ernesto Solvay 20) “Memorie dal sottosuolo” di Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa da Fëdor Dostoevskij. “Il vagabondo delle stelle”, una produzione Compagnia 47, porta in scena la vicenda di Darrell Standing, uomo condannato prima all’ergastolo e poi alla pena di morte nella California dei primi del Novecento. Con le durezze del carcere impara a far morire il corpo e a liberare lo spirito, che prende a vagabondare come un bambino tra le stelle, incarnandosi ogni volta in una vita passata, in un viaggio a ritroso verso le origini stesse della vita sulla terra. “Memorie dal sottosuolo”, adattato per il teatro da Marco Isidori, vedrà Paolo Oricco farsi interprete delle parole dell’autore russo, impregnate del travaglio umano da fotografare e far risuonare, con una sensibilità sia tecnica che emotiva tale da condurre lo spettacolo verso quella regione della comunicazione dove l’istanza di chi parla travasa nell’animo di chi ascolta, con la potenza inequivoca dei fenomeni naturali.

Inoltre alle 18.00 presso la Corte del Vescovo di Rosignano Marittimo (Castello di Rosignano Marittimo) in replica “L’eccezione e la regola”, de testo di Bertolt Brecht con la regia di Renata Palminiello in collaborazione con Sena Lippi prodotto ATP Teatri di Pistoia Centro di Produzione Teatrale con il sostegno del Centro di Residenza della Toscana (Armunia – CapoTrave/Kilowatt).

Inequilibrio è possibile grazie al sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana e Comune di Rosignano Marittimo. Partner: FITO – Ristorante vegetale e cocktail bar botanico, Malandrone Moda, Dé Produzioni Castiglioncello, Scotti Volkswagen Livorno, Scotti Ugo, Hotel Villa Martini Castiglioncello, Hotel Atlantico Castiglioncello, Dalla Wilma – bistrot café Castiglioncello, Il Cardellino Castiglioncello, Unicoop Tirreno. Sponsor: Bagni 3 Scogli Castiglioncello, Bagni Ausonia Castiglioncello, Tirrenica Mobilità, Albergo Bartoli Castiglioncello.

 

Per ulteriori informazioni: www.armunia.eu

Su FB: Armunia
Su IG: @armuniateatro
Su TW: Fondazione Armunia
Su YT: Armunia Teatro, Danza e Cultura

Ufficio stampa
Chiarello Puliti & Partners
Sara Chiarello; Luca Starita; Francesca Corpaci +39 339 2439292
press@chiarellopulitipartners.com

A cura di:
Redazione Armunia

STAMPA

Potrebbero interessarti

Marcello Sambati – Foto di Daniele Laorenza

L’opinione degli artisti

MARCELLO SAMBATI: Il tema della mancanza è sorto durante il festival e non riguarda solo noi. Questa defezione assoluta degli osservatori critici è qualcosa di pesante che si nota più della presenza. Tutto ciò fa riflettere sulla funzione e disfunzione della critica. Naturalmente, le opere non hanno necessariamente bisogno...

Ciro Masella intervista

“L’Ospite” dentro ognuno di noi: intervista a Ciro Masella e Aleksandros Memetaj

Intervista di Alessandro Leoncini Ciro Masella ed Aleksandros Memetaj presenteranno alla ventunesima edizione del Festival Inequilibrio il primo studio de L’ospite, un testo che porta la firma di Oscar De Summa. Durante il loro periodo di residenza artistica al Castello Pasquini ho avuto l’occasione di scambiare qualche parola con i due attori;...