fbpx

Kafka e la bambola viaggiatrice: uno spettacolo per i più piccoli al Teatro Nardini

Sabato 19 marzo, alle 16 al Teatro Nardini di Rosignano, sarà in scena per le famiglie KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE di e con teatrodelleapparizioni, tratto dal romanzo Kafka y la muñeca viajera di Jordi Sierra i Fabra, adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara che cura anche la regia, protagonisti Desy Gialuz e Valerio Malorni. Un pomeriggio del 1923, in un parco, a Berlino, Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla fama s’imbatte in una bambina disperata perché ha perso la sua bambola. Questo incontro inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per immaginare un’altra verità: la bambola non è andata perduta, è partita per un lungo viaggio in giro per il mondo. Così Kafka s’inventa “postino delle bambole”. Della bambina nessuna traccia, degli scritti nemmeno, ma Jordi Sierra i Fabra, autore catalano, prova a ricostruire – nel suo romanzo Kafka y la muñeca viajera (Kafka e la bambola viaggiatrice) – cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un piccolo libro prezioso e intenso. È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto delle separazioni e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi. Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le fantasie e il viaggio straordinario della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti, capace di dare un senso, un ordine alla realtà, e di trasformare il dramma della perdita in un’occasione di crescita. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare. Uno spettacolo per adulti e bambini dai 7 anni. La compagnia teatrodelleapparizioni viene fondata nel 1999 da Fabrizio Pallara. Nei primi anni concentra le sue sperimentazioni attorno al teatro sensoriale, lo spettatore diviene così elemento partecipante e fondante dello spettacolo stesso.

Info e biglietti www.armunia.eu : Ogni procedura di acquisto o pre-registrazione avverrà cliccando sul tasto “Ottieni il biglietto” presente in ogni evento elencato nella sezione del sito denominata AGENDA

Biglietto 5 euro.

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

ph. Emanuele Meschini 9 (1)

étude CORPO SOLO, mettere in scena il movimento della solitudine

Claudia Caldarano da anni si occupa di coreografia e performing arts, si è diplomata attrice alla Paolo Grassi, ha studiato con Marina e Micha van Hoecke e ha frequentato la Biennale College Danza. Collabora con Virgilio Sieni come danzatrice anche solista e come assistente per l’Accademia sull’arte del gesto...

Foto 2 (Keaton)

L’eco del comico. Perché si ride quando non c’è da ridere?

“Tempi comici” è espressione dai molti sensi. Può indicare quell’insieme di giochi ritmici, di pause/sospensioni, di brusche accelerazioni e di gesti o parole sorprendenti che usiamo quando raccontiamo una barzelletta. Oppure, può essere un’allusione metafisica al fatto che i nostri tempi sono particolarmente ridicoli, se non all’apice del grottesco...

Silvia Pasello

Silvia Pasello e il suo collettivo declinato al femminile

Intervista di Benedetta Pratelli Di tutti gli istanti è il titolo del nuovo progetto che Silvia Pasello sta portando avanti insieme ad altre artiste, tra cui Caterina Simonelli e Silvia Rubes, e che debutterà il 5 luglio a Inequilibrio XXI. Le abbiamo intervistate durante la loro residenza ad Armunia:...