La favola di Amore e Psiche, per adolescenti e adulti, in scena al Castello Pasquini.

Venerdì 25 marzo con doppia replica alle ore 18 e alle ore 21, nella Sala del Camino a Castello Pasquini – Castiglioncello (LI), va in scena Amore e Psiche o del mio primo amore. Drammaturgia e regia Angela Antonini, Elena Galeotti con Angela Antonini, Gianluca Balducci, Elena Galeotti, Riccardo Marchi. Il lavoro debutta al termine di una residenza artistica che si è tenuta ad Armunia. La lettura scenica è ispirata alla favola di Apuleio, rivolta agli adolescenti nonché a tutti gli adulti curiosi di conoscere “La favola” più bella che sta all’origine del desiderio d’amore. La favola racconta un cammino, un percorso, che tutti gli adolescenti si trovano ad affrontare: quello della crescita, dell’allontanamento della famiglia, di conoscenza di te e degli altri, di tutto quello che non conosci. Psiche percorse molta strada prima di incontrare la scrittura di Apuleio: dai versi dei poeti ellenistici alle tracce ritrovate nelle terre bagnate dal Mediterraneo; dalle ancor più antiche lingue della grande Africa agli echi provenienti dalle vette dell’altopiano iranico giù fino all’India. I grandi viaggiatori senza fissa dimora, nel loro ruolo di narratori, hanno diffuso di paese in paese alcune varianti di questo racconto adattandolo alle diverse culture ed espressioni linguistiche, in Italia ogni regione ha la sua versione. Angela Antonini ed Elena Galeotti hanno fatto un grande lavoro di ritessitura della storia immaginando due viaggiatrici nomadi, forse due gitane che sono andate in giro per il mondo a cercare e raccogliere le diverse storie raccontate nei diversi paesi sul mito di Amore e Psiche. La carovana poi ha accolto altri due viaggiatori, che tra candele, tappetti e musica, suonata e cantata dal vivo raccontano alla maniera dei cantastorie, la storia di Amore e Psiche, che va sempre verso la vita, riuscendo sempre a superare le difficoltà. Le musiche sono di Gianluca Balducci e Simone Marcandalli.

Biglietti www.liveticket.it/fondazionearmuniateatro oppure in teatro un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Si consiglia la prenotazione

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

venere e adone_ Canova

Di amori e assenze. In viaggio al Festival Inequilibrio

Per chi ne ha piacere, da ascoltare durante la lettura C’è un Cupido stanco e sconfitto, le ali bucate di chi ha volato troppo in alto, puntando al sole. Il suo arco prende la mira e non colpisce, non sapendo più se le sue frecce saranno d’amore o di...

Angela Fumarola e Fabio Masi – Armunia 2020

Diario di #Inequilibrio2020: cos’è un festival?

Cos’è un festival? Potremmo dire genericamente che un festival è una manifestazione artistica che si tiene periodicamente sempre nella stessa località per presentare al pubblico opere musicali, teatrali o di danza e che per la sua realizzazione lavora una un’equipe specializzata composta da direttori, organizzatori, tecnici e artisti. Tutto...