fbpx

La favola di Amore e Psiche, per adolescenti e adulti, in scena al Castello Pasquini.

Venerdì 25 marzo con doppia replica alle ore 18 e alle ore 21, nella Sala del Camino a Castello Pasquini – Castiglioncello (LI), va in scena Amore e Psiche o del mio primo amore. Drammaturgia e regia Angela Antonini, Elena Galeotti con Angela Antonini, Gianluca Balducci, Elena Galeotti, Riccardo Marchi. Il lavoro debutta al termine di una residenza artistica che si è tenuta ad Armunia. La lettura scenica è ispirata alla favola di Apuleio, rivolta agli adolescenti nonché a tutti gli adulti curiosi di conoscere “La favola” più bella che sta all’origine del desiderio d’amore. La favola racconta un cammino, un percorso, che tutti gli adolescenti si trovano ad affrontare: quello della crescita, dell’allontanamento della famiglia, di conoscenza di te e degli altri, di tutto quello che non conosci. Psiche percorse molta strada prima di incontrare la scrittura di Apuleio: dai versi dei poeti ellenistici alle tracce ritrovate nelle terre bagnate dal Mediterraneo; dalle ancor più antiche lingue della grande Africa agli echi provenienti dalle vette dell’altopiano iranico giù fino all’India. I grandi viaggiatori senza fissa dimora, nel loro ruolo di narratori, hanno diffuso di paese in paese alcune varianti di questo racconto adattandolo alle diverse culture ed espressioni linguistiche, in Italia ogni regione ha la sua versione. Angela Antonini ed Elena Galeotti hanno fatto un grande lavoro di ritessitura della storia immaginando due viaggiatrici nomadi, forse due gitane che sono andate in giro per il mondo a cercare e raccogliere le diverse storie raccontate nei diversi paesi sul mito di Amore e Psiche. La carovana poi ha accolto altri due viaggiatori, che tra candele, tappetti e musica, suonata e cantata dal vivo raccontano alla maniera dei cantastorie, la storia di Amore e Psiche, che va sempre verso la vita, riuscendo sempre a superare le difficoltà. Le musiche sono di Gianluca Balducci e Simone Marcandalli.

Biglietti www.liveticket.it/fondazionearmuniateatro oppure in teatro un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Si consiglia la prenotazione

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Gomitolo di parole

LE PAROLE E I CORPI DI CHI HA ATTRAVERSATO I LUOGHI DI RESIDENZA

Un progetto del Coordinamento Nazionale dei Centri di Residenza Italiani Dal 13 ottobre 2021, un mese dedicato alle artiste e agli artisti in residenza: sui canali social e web dei Centri di Residenza Italiani e nel canale YouTube del Coordinamento Nazionale, diamo voce e corpo alle parole di chi...

20210825_182518

Quando i ghepardi giocano con il Lego

Quattro anni fa a Castello Pasquini di Castiglioncello, avevano fatto la loro prima residenza artistica per mettere in scena La fanciulla con la cesta di frutta, The Ghepards, sono tornati, ancora ospiti di Armunia, questa volta nella foresteria di Rosignano Marittimo, e soprattutto al Teatro Nardini dove lavorano ininterrottamente, dalla...

Sara Sguotti – residenza Armunia 2021 – foto di Antonio Ficai

E’ difficile essere umani. Sara Sguotti racconta il suo nuovo progetto.

Sara Sguotti danzatrice, coreografa e performer, inizia il suo percorso artistico frequentando l’Accademia di Belle arti, dal 2012 collabora con la Compagnia Virgilio Sieni e quindi con la Compagnia Anton Lachky. Prende parte al remake del film Suspiria diretto da Luca Guadagnino firmando le coreografie in collaborazione con Damien...