La macchina inutile, un concorso per ricordare Paolo Bruni

La Fondazione Armunia indice il PROGETTO “LA MACCHINA INUTILE”, in memoria di Paolo Bruni, scenografo, esperto di scenotecnica e tecnico di Armunia, deceduto prematuramente, maestro della costruzione teatrale che aveva grande passione nel trasmettere ai giovani gli strumenti di un mestiere altamente professionale quale è il lavoro della macchineria teatrale.

Paolo BruniPaolo Bruni ha contribuito a formare professionisti di grande livello. Costruttore teatrale appassionato e competente, amava costruire le macchine che riproducono il suono del vento, i lampi e la pioggia. La macchina inutile è la macchina teatrale, non ha un utilizzo quotidiano, è uno strumento ludico, d’ingegno, che conforta e diverte, nessun’altra funzione. Il giusto connubio tra arte e filosofia. Fin dalle origini del teatro, ha avuto una funzione indispensabile nell’intreccio letterario e drammaturgico, creando l’occasione per la soluzione o l’evoluzione della storia, attraverso l’apparizione sulla scena del deus ex machina. Il dio che parla o appare attraverso una “macchina”: l’apparizione sulla scena della divinità, realizzata mediante un apposito meccanismo e che di solito costituiva l’elemento risolutore della tragedia. In questi anni recenti il teatro à mancato, è quasi sparito, la “macchina inutile” per antonomasia è diventata metafora del teatro, inutile anche questo, ma necessario in termini di coesione sociale, arte, cultura, svago, divertimento e infine sogno. Il concorso per la progettazione di una macchina teatrale o installazione artistica, è riservato agli studenti e studentesse dell’ultimo anno dei Licei artistici e Istituti d’arte e dei primi tre anni delle Accademie delle Belle Arti.

Sarà questa un’occasione importante per fare una esperienza diretta di progettazione e realizzazione di macchine teatrali con la possibilità di ricevere un premio in denaro e di poter effettuare una esperienza formativa professionale durante il festival multidisciplinare “Inequilibrio” che si terrà tra Giugno e Luglio del 2023. Al bando, che è nazionale, è possibile partecipare gratuitamente in forma individuale o associata. Gli obbiettivi del concorso sono celebrare la memoria di Paolo Bruni e sperimentare nuove tecniche da applicare alla tradizione teatrale, che contraddistingue nel mondo il teatro italiano barocco, e in generale alla costruzione di macchine che creano stupore e possono essere installazioni artistiche complementari di spazi aperti, giardini ecc.

Per partecipare occorrerà fornire un progetto sia in formato cartaceo (A3, 4 tavole minimo) che elettronico (formato pdf); il progetto deve essere inedito, completo e realizzabile. L’azionamento della macchina può essere sia elettrico che manuale. Possono essere presenti luci e proiezioni video. Il progetto deve essere presentato entro le ore 13.00 del 16 gennaio 2023. Entro il 30 gennaio 2023 ci sarà la valutazione della commissione ed entro il 10 febbraio 2023 la comunicazione dei progetti prescelti. Entro il 10 maggio 2023 si terrà la presentazione dei lavori realizzati e il 25 maggio 2023 la proclamazione dei primi 5 classificati con esposizione presso il Castello Pasquini. Al primo verrà assegnato il premio di 1.000 euro. I soggetti interessati dovranno far pervenire la propria proposta, per il formato cartaceo, in busta sigillata recante il nominativo del mittente e la dicitura “PROGETTO IN MEMORIA DI PAOLO BRUNI-LA MACCHINA INUTILE”, da inviare o consegnare a Fondazione Armunia Castiglioncello, Castello Pasquini (LI), entro le ore 13.00 del giorno 16 gennaio 2023. Per il formato in PDF alla seguente mail: masi@armunia.eu; ranieri@armunia.eu Info www.armunia.eu telefono 0586754202

Per scaricare il bando clicca qui: Concorso pubblico in memoria di Paolo Bruni

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Nerval Teatro e Sara Sguotti – Foto di Antonio Ficai

Contaminazioni, inclusioni, ascolto. Una nuova tappa degli Attraversamenti

Attraversamenti, contaminazioni, sono alcune delle parole chiave che Maurizio Lupinelli ha usato per raccontare il suo progetto che mette a confronto gli attori con disabilità del Laboratorio permanente con coreografi, danzatori e attori in residenza ad Armunia. Un percorso iniziato nel 2007 che pone le sue radici nella lentezza...

LABORATORI

Gianluca Misiti LABORATORIO MUSICALE DI COMPOSIZIONE E ARRANGIAMENTO Il laboratorio prevede la frequenza a quattro incontri pratici sulla composizione, l’arrangiamento e la regia sonora date:mercoledì 15 febbraio/giovedì 23 febbraio/venerdì 10 marzo/sabato 11 marzo accesso gratuito previa iscrizione per 10 strumentisti di età compresa fra i 14 e i 18...