fbpx

La macchina inutile. Un concorso per studenti dei licei artistici e delle accademie in memoria di Paolo Bruni

Paolo BruniLa Fondazione Armunia ha indetto il concorso pubblico LA MACCHINA INUTILE per la progettazione di una macchina teatrale o installazione artistica. Il concorso che è riservato agli studenti e studentesse del 5° anno dei licei artistici e dei primi 3 anni delle Accademie delle Belle Arti, è promosso in memoria di Paolo Bruni, tecnico di Armunia, costruttore teatrale, appassionato e competente, esperto di scenotecnica, insegnante nei corsi professionali e sempre disponibile ad insegnare ai suoi allievi affezionati e ai giovani che si affacciavano ai mestieri della scenotecnica. Paolo Bruni ha contribuito a formare professionisti di grande livello. Amava costruire le macchine che riproducono il suono del vento, i lampi e la pioggia. La macchina inutile è la macchina teatrale, non ha un utilizzo quotidiano, è uno strumento ludico, d’ingegno, che conforta e diverte, nessun’altra funzione. Il giusto connubio tra arte e filosofia. Fin dalle origini del teatro, ha avuto una funzione indispensabile nell’intreccio letterario e drammaturgico, creando l’occasione per la soluzione o l’evoluzione della storia, attraverso l’apparizione sulla scena del deus ex machina. Il dio che parla o appare attraverso una “macchina”: l’apparizione sulla scena della divinità, realizzata mediante un apposito meccanismo e che di solito costituiva l’elemento risolutore della tragedia. In questi anni recenti il teatro à mancato, è quasi sparito, la “macchina inutile” per antonomasia è diventata metafora del teatro, inutile anche questo, ma necessario in termini di coesione sociale, arte, cultura, svago, divertimento e infine sogno. Il concorso prevede la progettazione di una macchina che può essere teatrale o un’ installazione artistica fine a sé stessa. Al bando è possibile partecipare gratuitamente in forma individuale o associata ed è nazionale. Gli obbiettivi del concorso sono celebrare la memoria di Paolo Bruni e sperimentare nuove tecniche da applicare alla tradizione teatrale, che contraddistingue nel mondo il teatro italiano barocco, e in generale alla costruzione di macchine che creano stupore e possono essere installazioni artistiche complementari di spazi aperti o giardini. I partecipanti dovranno presentare un progetto sia in formato cartaceo (A3, 4 tavole minimo) che elettronico (formato pdf); il progetto deve essere inedito, completo e realizzabile. L’azionamento della macchina può essere sia elettrico che manuale. Possono essere presenti luci e proiezioni video. Le iscrizione devono arrivare entro le ore 13.00 del 30 aprile 2022 , mentre la scadenza della presentazione del progetto è entro il 15 maggio. Dopo la selezione da parte della giuria, i selezionati dovranno presentare il progetto realizzato entro il 15 giugno 2022. I soggetti interessati dovranno far pervenire la propria proposta, per il formato cartaceo, in busta sigillata recante il nominativo del mittente e la dicitura “PROGETTO IN MEMORIA DI PAOLO BRUNI-LA MACCHINA INUTILE”, da inviare o consegnare a Fondazione Armunia Castiglioncello, Castello Pasquini (LI), entro le ore 13.00 del giorno 30 aprile 2022. Per il formato in PDF alla seguente mail: masi@armunia.eu.  Il progetto primo classificato avrà un premio di euro 1.000,00 e la possibilità di effettuare uno stage all’interno del festival Inequilibrio organizzato da Armunia. Periodo: dal 21 giugno al 4 luglio 2022 I primi 5 lavori verranno esposti presso il Castello Pasquini di Castiglioncello. Per informazioni sulle modalità: Fabio Masi tel 3487297096; 0586754202

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Piergiorgio Milano

Denti, o della sensibilità della pietra di Piergiorgio Milano

Piergiorgio Milano, danzatore e coreografo, porta in scena nella prima parte del Festival Inequilibrio 2020, uno spettacolo dal titolo Denti, nato dalla suggestione di un sogno, metafora della lotta tra l’impossibilità di partire e il desiderio di dimenticare.  Da cosa nasce la volontà di lavorare su una parte del...

Collettivo Cinetico – Inequilibrio 22 – foto di Antonio Ficai

Francesca Pennini di CollettivO CineticO racconta della distruzione della danza

CollettivO CineticO ha portato in scena al Festival Inequilibrio 22  “How to destroy your dance”. “Una sfida contro il tempo dai toni pulp e il gusto ludico.  Un manuale per il boicottaggio di ogni decoro coreografico tra accelerazioni impossibili e slow motion estremi. Un gioco al massacro senza risparmio dove...