“Un pugno di mosche” mostra di opere di Guido Bartoli

Comunicato Stampa

guido bartoliGuido Bartoli è il raffinato autore a cui Armunia ha affidato l’immagine di Inequilibrio XXI, a lui Armunia in collaborazione con il Comune di Rosignano Marittimo, dedica una retrospettiva che s’inaugura mercoledì 4 luglio ore 17 presso La Limonaia di Castello Pasquini Castiglioncello (LI).medusa guido bartoli

A presentare Guido Bartoli sarà Giovanni Guerrieri (I Sacchi di sabbia). La mostra è aperta tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 19 alle ore 23, dal 4 luglio al 2 settembre, presso il Centro per l’Arte “Diego Martelli” al Castello Pasquini Castiglioncello (LI).

Guido Bartoli, nato nel 1971 a Londra, vive (da sempre) a Pisa lavorando come grafico e all’occorrenza artista.
Ha partecipato, nel corso degli anni, a svariate esposizioni e collettive e ha realizzato mostre personali e installazioni nell’area pisana, ma anche a Milano e Modena.
Ha prodotto illustrazioni per dischi e copertine di libri, tra i più recenti il disco No Country For Young Men del progetto Brother Green e Fegato di Ico Gattai. Nel 2015 ha avviato una collaborazione artistica con la compagnia teatrale I Sacchi di Sabbia.
Buona parte delle sue opere sono quadri, realizzate con pitture acriliche e matite su masonite (MD) ma ha lavorato anche con altri materiali: sculture di carta e cartone, sagome dipinte, livepainting digitale, pittura murale.
Non è mai stato un disegnatore di fumetti anche se il fumetto è parte integrante dei suoi lavori, se dovesse indicare degli artisti che lo ispirano, direbbe Francis Bacon e Andrea Pazienza. 

Odia scrivere di se in terza persona (e pure in prima).

A cura di:
Redazione Armunia

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

staff inequilibrio 22

Diario di #Inequilbrio22: la prima settimana del festival

La 22° edizione del Festival Inequilibrio è ufficialmente iniziata. Tra i vari spettacoli e interviste si percepisce la ricchezza di questo Festival che da la possibilità di incontrare e incontrarsi. Ogni artista fa un lavoro personale che qui diventa parte di un progetto più grande, collettivo e comune. Il...

Carlo Massari – Inequilibio 2020 – Armunia – Foto di Daniele Laorenza

Caratteri e contemporaneità: A peso morto di Carlo Diego Massari

A peso morto di Carlo Diego Massari è uno spettacolo graffiante, una sorta di fotogramma di una periferia senza tempo e identità. Il protagonista si sente una comparsa passiva di una città che non riconosce, una “Città Metropolitana”, che significa tutto e il suo contrario e che sprofonda nell’oblio…...

Foto 2 (Keaton)

L’eco del comico. Perché si ride quando non c’è da ridere?

“Tempi comici” è espressione dai molti sensi. Può indicare quell’insieme di giochi ritmici, di pause/sospensioni, di brusche accelerazioni e di gesti o parole sorprendenti che usiamo quando raccontiamo una barzelletta. Oppure, può essere un’allusione metafisica al fatto che i nostri tempi sono particolarmente ridicoli, se non all’apice del grottesco...