fbpx

Il Progetto CURA 2021 torna con il nuovo bando per l’assegnazione di 5 residenze

In questo tempo, in cui la parola “cura” è tema ricorrente, Progetto CURA si unisce alle numerose voci che chiedono attenzione e aiuto concreto al comparto dello spettacolo dal vivo e lo fa con l’azione, sostenendo economicamente e offrendo una residenza quindicinale in teatro e un supporto tecnico alle nuove produzioni di compagnie italiane. Prendersi cura degli artisti e delle compagnie significa sostenere il futuro del panorama dello spettacolo dal vivo, contribuendo alla creazione di nuove produzioni artistiche e di nuovi titoli che verranno poi distribuiti nei maggiori festival, rassegne e circuiti nazionali. Il progetto CURA è dedicato a tutti quegli artisti che hanno bisogno di tempo e vogliono mettere cura nel proprio lavoro. Lo scopo è quindi duplice: da una parte sollecitare il lavoro degli artisti ad una accurata ricerca sia delle radici profonde che soggiacciono al loro atto creativo, sia degli elementi tecnici e costituivi del loro lavoro e dall’altro favorire un dialogo strutturato tra l’artista con i propri colleghi (artisti, critici, operatori) e con quell’ecosistema vivo e produttivo di relazioni che è il mondo teatrale. Potranno partecipare al bando le compagnie italiane che propongono un lavoro già parzialmente strutturato ma ancora in fase di sviluppo e che, di conseguenza, non abbia ancora debuttato nella sua forma definitiva e non preveda di debuttare prima del periodo di residenza. Quest’anno sale ulteriormente il numero di attraversamenti (uno in più rispetto all’edizione precedente) che consentiranno a cinque compagnie di sviluppare un nuovo progetto artistico.

Cinque saranno infatti le residenze che verranno assegnate a compagnie o artisti italiani, che durante questo periodo potranno lavorare in uno o più teatri del circuito dei partner del progetto guidati da IDRA Teatro di Brescia, che ne è capofila e che coordina il Centro di Residenza della Toscana – Armunia-CapoTrave/Kilowatt che diffonde le residenze tra Rosignano Marittimo (LI) e Sansepolcro (AR). Elsinor Centro di Produzione Teatrale/Teatro Cantiere Florida di Firenze, Periferie Artistiche – Centro di Residenza della Regione Lazio/Settimo Cielo nella capitale, R.A.M.I. Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM a Inzago (MI), Soc. Coop. Stalker Teatro a Torino, Bologna Teatri di Vita e Teatro Akropolis di Genova a cui quest’anno si sono aggiunti Associazione Ideagorà/Prog. #PerformingLands di Busca (CN), C.Re.A.Re Campania (Centro di Residenza della Regione Campania)/Teatri Associati di Napoli e Cross Residence a Verbania (VB).

È possibile consultare il bando dal sito del progetto www.progettocura.it
Per partecipare è necessario compilare il form online caricando i materiali necessari indicati nel bando entro le ore 12.00 del 29 marzo 2021.
I vincitori saranno annunciati entro il 16 aprile 2021 dal sito ufficiale del progetto.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria c/o IDRA (030 291592 – 339 2968449).

15 febbraio 2021

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Nerval Teatro laboratorio – foto di Antonio Ficai

Nerval Teatro e il Pinocchio in bilico tra perdita e rinascita

Si conclude il 7 febbraio il Laboratorio di Nerval Teatro con Maurizio Lupinelli ed Elisa Pol presso la Sala del Burrago al Teatro Solvay. Cinque giorni di ricerca e creazione in cui il lavoro si concentra sull’esplorazione della fisicità attraverso una serie di esercizi fisici, accompagnati da musica, in...

Dentro l’occhio – Maurizio Lupinelli – 2

Dentro l’occhio di Maurizio Lupinelli – Quando il gioco diventa verità

  DENTRO L’OCCHIO di Nerval Teatro Al Festival Inequilibrio 2020 viene proiettato DENTRO L’OCCHIO una produzione audio visiva ibrida di Nerval Teatro, a metà strada tra il documentario e la fiction; raccoglie documenti video di diversa natura incentrati sulle attività del Laboratorio Permanente: conversazioni, sessioni online e interventi di...