fbpx

Progetto scuola: la Filosofia insegna ai bambini a immaginare mondi migliori.

I laboratori con Luca Mori.

Luca Mori, filosofo e formatore che progetta e conduce da oltre quindici anni laboratori di filosofia per i bambini, torna ad Armunia per il Progetto Scuola e condurrà due esperimenti di conversazione filosofica online rivolti a studenti delle classi IV-V della primaria e delle classi I della scuola secondaria di primo grado di Rosignano Marittimo. Due gli appuntamenti in calendario, che si svolgeranno sulla piattaforma on line Google Meet, ai quali sarà possibile iscriversi fino al raggiungimento del numero massimo di 16 partecipanti per gruppo. E’ quindi consigliabile prenotarsi prima possibile per riuscire ad accedere ai laboratori. I primi sono previsti per giovedì 18 e venerdì 19 febbraio 2021, dalle ore 17:00 alle 19:00. Mori accompagnerà i ragazzi attraverso Il mito di Dedalo e Icaro, aiutandoli a indossare i panni degli investigatori per capire le ragioni di un incidente che si poteva (forse) evitare, cercando di scoprire come interagiscono le nostre potenzialità e i nostri limiti ogni volta che si impara qualcosa di nuovo. Il secondo appuntamento, sempre on line, sarà il mese successivo, giovedì 18 e venerdì 19 marzo sempre dalle 17:00 alle 19:00, con Il sogno dell’utopia dove i ragazzi e i bambini indosseranno i panni dei fondatori di un nuovo mondo per affrontare uno degli esperimenti mentali più intricati e dirompenti che la fantasia umana abbia mai concepito. Luca Mori torna quindi ad Armunia con quella che lui stesso ha definito “una palestra del pensiero per i ragazzi”, ripartendo dal concetto di utopia, che era alla base di un progetto di filosofia lanciato da Armunia, nelle scuole dell’infanzia di Rosignano nel 2005, basato sull’esperimento mentale dell’utopia e sperimentato poi anche nelle scuole primarie. Il progetto ha fatto il giro d’Italia, e nel 2017 Utopie di bambini. Il mondo rifatto dall’infanzia: il racconto di tutte le utopie incontrate conversando con loro, è diventato un libro che Luca Mori ha pubblicato con ETS e che ha ricevuto importanti riconoscimenti. “Porsi il problema di immaginare sin da bambini, insieme, in una dimensione pubblica e potremmo dire politica, cos’è che vogliamo davvero nel mondo e quali potrebbero essere delle prospettive per migliorarlo è un esercizio utile- racconta Luca Mori- Cosa succede quando si affronta un problema filosofico o un esperimento mentale non da soli, ma in gruppo? Allora si scopre che è vero quel che ha scritto il filosofo contemporaneo Daniel Dennett in un libro intitolato Strumenti per pensare: domande filosofiche ed esperimenti mentali possono funzionare come “pompe di intuizioni”, perché fanno emergere in un gruppo intuizioni e idee che altrimenti resterebbero impensate e inespresse. Inoltre, gli esperimenti mentali affrontati in gruppo potenziano e “allenano” le competenze legate al ragionamento, alla creatività e alla conversazione.” Per i due appuntamenti è necessario prenotarsi per tempo, saranno infatti accettati solo 16 partecipanti per gruppo ed è possibile iscriversi anche a uno solo dei due appuntamenti. Gli iscritti riceveranno il link per partecipare dopo l’iscrizione, in prossimità degli incontri.

Luca Mori

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Vera Mantero – Armunia Inequilibrio 22 – Foto di Daniele Laorenza

Vera Mantero: le performance senza limiti di categoria

Un quadro di Manet. Una danzatrice. Una Josephine Baker dalle zampe di fauno al posto dei piedi. Sono queste le identità artistiche che Vera Mantero, artista portoghese, porta in scena alla 22° edizione del Festival Inequilibrio, esibendosi in un trittico di performance al Teatro Solvay. La fluidità dell’arte non...

Giuseppe Muscarello

Quattro canti di Giuseppe Muscarello: una danza verso la virtual reality

Quattro Canti, propriamente detti, sono i quattro apparati decorativi di una piazza ottagonale, all’incrocio dei due principali assi viari di Palermo, che contengono le allegorie dalle quattro stagioni rappresentate da Eolo, Venere, Cerere e Bacco. Abbiamo intervistato Giuseppe Muscarello, coreografo danzatore e performer, fondatore e direttore di Muxarte e...