fbpx

Renato Palazzi ci mancherà

Renato Palazzi ci ha lasciato. Ci mancherà  il suo giudizio lucido, la sua curiosità, il suo entusiasmo mai scontato. Ci mancherà la sua gentilezza, la sua competenza, la sua vicinanza discreta anche nei momenti complicati che spesso il teatro vive. Ci mancherà il suo rispetto nei confronti dell’arte teatrale e l’eleganza della sua penna d’intellettuale raffinato e a tutto tondo. Grazie Renato, non ti dimenticheremo, con te se ne va un pezzo importante della storia del teatro italiano e della nostra storia. In questo giorno di grande dolore Armunia tutta, si stringe in affettuoso abbraccio alla cara Rosella Tansini     

A cura di:
Elisabetta Cosci

STAMPA

Condividi con gli amici

Potrebbero interessarti

Roberto Latini – Fortebraccio Teatro – foto di Antonio Ficai

Roberto Latini: la costruzione dell’immaginazione

Un teatro che si fa metafora nel senso più pieno del termine, una possibilità data allo spettatore di immaginare, più di quanto sia fatto dall’artista stesso. E’ il teatro di Roberto Latini, di Fortebraccio Teatro, che alla 22° edizione del Festival Inequilibrio ha messo in scena l’esito sofferente di...

Claudio Morganti – foto di Antonio Ficai

Claudio Morganti: ipotesi di un processo a partire dal caso Woyzeck

In residenza ad Armunia incontriamo Claudio Morganti, alle prese con Il caso W., nuova drammaturgia di Rita Frongia. Ispirato a Woyzeck di Büchner, opera intorno alla quale i due artisti gravitano ormai da molti anni, il nuovo lavoro è in realtà il risultato di una serie di letture e...

antonella questa – 2 – foto di Daniele Laorenza

Dialogo con Antonella Questa: pedagogia nera e nuova educazione

Intervista di Benedetta Prateri Partendo dal testo di Katharina Rutschky, Pedagogia Nera, l’attrice e scrittrice Antonella Questa, ha iniziato a lavorare a un nuovo spettacolo e la sua residenza artistica a Castiglioncello è stata occasione, attraverso l’incontro “Verso un’infanzia felice?” che si è tenuto giovedì 22 Febbraio al Castello...