30 giu 17:30 Danza
30 giugno 2017
{Evento terminato}

A CORPO LIBERO

Silvia Gribaudi

5

30 giugno – ore 17.30
La Limonaia

Silvia Gribaudi
A CORPO LIBERO
Urban

di e con Silvia Gribaudi

Non c’è nulla di comico al di fuori di ciò che è propriamente umano
Bergson – Il Riso

La comicità viscerale, che scaturisce dalle emozioni di un personaggio, il privilegio del clown è che può permettersi di essere sincero nella sua finzione scenica
Il clown umano di Rita Pelusio

La nostra vita in origine è libera da ogni impurità e vasta come l’ universe
Daisaku Ikeda -vol.esperia, vol.3 p.5

A corpo libero è una pungente ironia sulla condizione femminile, il tutto partendo dalla semplice fluidità del corpo. Questa breve performance, si pone l’obiettivo di esplorare, attraverso una visione drammaturgica, un tempo di inadeguatezza, onnipotenza ma soprattutto di accettazione. Un corpo che danza che occupa spazi pieni e vuoti, che si relaziona con le sue curve e le sue “parti molli”, mostrando sempre più forme comiche ma anche “drammatiche”. A corpo libero attraversa la trasformazione, il tempo della femminilità che cambia e analizza il tempo dell’azione nella relazione con il pubblico.

Vincitore Premio Giovane Danza D’ Autore Veneto – edizione 2009
Vincitore Premio del pubblico Giovane Danza d’ Autore Veneto- edizione 2009
selezionato per Aerowaves -Dance Across Europe 2010, Edinburgh fringe Festival 2012 , Palais De Tokyo – Parigi -2017

durata 12’

Silvia Gribaudi è un’artista torinese attiva nell’arte performativa dal 2008. Il suo linguaggio coreografico attraversa la performing arts, la danza e il teatro: trascendendo le varie discipline mette al centro della ricerca il corpo e la relazione. La sua poetica si avvale di una ricerca costante di confronto e inclusione con il tessuto sociale e culturale in cui le perfomance si sviluppano. Il linguaggio artistico è l’ incontro della danza con la comicità cruda ed empatica, espressione coreografica di un vocabolario colmo di stratificazioni differenti atto a trasmettere conflitti e contraddizioni dei corpi contemporanei. Dal 2011 al 2015 conduce laboratori di comunità e performance con Donne Over 60 e sviluppa con alcune di loro percorsi di formazione in arte performativa. Dal 2016 i laboratori includono anche uomini Dov’è adamo?, progetto sostenuto da Armunia – Castiglioncello e Ex Aequo, sostenuto da ResiDance Anticorpi XL 2017. I lavori di Silvia Gribaudi incarnano: leggerezza, ironia e capacità di stare nel nulla. Poche battute e complicità con lo spettatore. Tutta la drammaturgia si fonda sulla presenza e i dettagli sono caratterizzati da ogni gesto e sguardo del performer.

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 18 giugno 2019