13 ott 21:15 Teatro
13 ottobre 2018
{Evento terminato}

IO NON SONO UN GABBIANO

Compagnia Oyes

Compagnia Oyes

“Una commedia con poca azione e un quintale d’amore” così Anton Cechov presenta il Gabbiano al suo editore Suvorin.

Nella nostra rivisitazione del classico cechoviano è sempre l’amore a dominare le relazioni e i conflitti tra i personaggi, un amore inquinato dal bisogno di essere considerati e apprezzati, tra narcisismo e rappresentazione, un amore performativo che reclama attenzione e originalità.
Sembra che i personaggi di questa commedia facciano di tutto per non essere felici, come se ci fosse una inesorabile tensione al fallimento. I pochi che provano a togliersi la morte di dosso risultano patetici, ridicoli o si scoprono già morti. Non sarà ne il successo ne l’illusione di una vita migliore a salvarli dalla melma in cui galleggiano. Forse solo la consapevolezza, la capacità di sopportare una vita infelice, mettendo da parte quei sogni di gloria così tremendamente vivi in gioventù.
Un quadro spietatamente tragicomico di una società devitalizzata senza azione e senza speranza.

la vita non dev’essere rappresentata così com’è, ma come ci appare nei sogni

sabato 13 ottobre – ore 21.15
c/o Teatro Solvay / Rosignano Solvay

Compagnia Oyes
IO NON SONO UN GABBIANO

 

ideazione e regia Stefano Cordella
drammaturgia collettiva
​con Daniele Crasti / Dario Merlini / Francesco Meola
​Camilla Pistorello / Dario Sansalone / Camilla Violante Scheller
Umberto Terruso / Fabio Zulli
costumi Stefania Coretti / Simone Pisani
​disegno luci Giuliano Almerighi
​sound designer Gianluca Agostini
​assistente regia Noemi Radice
foto Luca Meola
​produzione Oyes
con il sostegno di Armunia Centro Residenze Artistiche Castiglioncello

Progetto NEXT Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo Edizione 2017-2018

Òyes nasce nel 2010 attorno ad un nucleo di attori diplomati all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. 

Da subito la compagnia si concentra sulle crepe e le aporie che osserva nella società e da lì parte per creare drammaturgie originali, sviluppate collettivamente attraverso scritture sceniche ed improvvisazioni. La volontà è quella di mantenere sempre vivo il processo di ricerca di nuovi linguaggi, stili e materiali drammaturgici, senza perdere il confronto con la tradizione, i grandi autori classici e contemporanei.

Il primo lavoro della compagnia, Effetto Lucifero, ispirato all’Esperimento Carcerario di Stanford, vince il Premio Giovani Realtà del Teatro 2010 ed è finalista al premio Tondelli 2011 per la drammaturgia. Òyes inizia così una residenza triennale presso il Teatro Filodrammatici di Milano che ospiterà negli anni seguenti Luminescienz, drammaturgia originale che indaga il mondo delle sette religiose, e Va tutto bene, prima drammaturgia collettiva che, attraverso i toni della tragicommedia, sviscera il tema dell’abbandono.

Nel 2015 il debutto di Vania segna un passo decisivo per Òyes che sceglie di confrontarsi con i testi di A. Cechov e dà vita ad una drammaturgia originale ispirata ai temi e ai personaggi principali di Zio Vanja

Vania ottiene numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Giovani Realtà del Teatro 2015. Nel 2016 approda a importanti festival come Primavera dei Teatri di Castrovillari Trasparenze di Modena, fa parte della selezione di NEXT-laboratorio delle idee 2016/2017 di Regione Lombardia e Agis ed è finalista IN BOX 2017

Con il progetto T.R.E. – Teatro in Rete per Emergere Òyes si aggiudica il bando f-Under35 per le imprese culturali (in collaborazione con Teatro dei Gordi e Teatro Presente) che gli permette di intraprendere un fondamentale processo di strutturazione organizzativa, incrementando nettamente la circuitazione degli spettacoli.

Nel giugno del 2017, con il debutto di Io non sono un gabbiano all’interno del festival Primavera dei teatri, Òyes si conferma realtà emergente riconosciuta a livello nazionale da parte di critica, pubblico e operatori del settore. Rientrando per la seconda volta nella selezione di NEXT- laboratorio delle idee, ottiene l’inserimento nelle stagioni di importanti teatri e circuiti nazionali tra cui Piccolo Teatro di Milano, Fondazione Piemonte dal Vivo, Teatro Stabile del Veneto e Teatro Pubblico Pugliese. 

L’ultima produzione, Schianto, debutta nell’estate del 2018 al prestigioso festival Inequilibrio di Armunia e presso la Corte Ospitale di Rubiera in occasione delle finali del bando Forever Young e approda a Milano nel febbraio del 2019, presso il Teatro Litta.

Nel 2018 Oyes vince il Premio Hystrio Iceberg come migliore compagnia emergente italiana.

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 17 ottobre 2018