03 lug 21:15 Danza Festival
03 luglio 2019
{Evento terminato}

EXCELSIOR

Salvo Lombardo

Salvo Lombardo-Excelsior-web-8044

ideazione, coreografia e regia Salvo Lombardo performance Jaskaran Anand, Cesare Benedetti, Lily Brieu, Lucia Cammalleri, Leonardo Diana, Fabritia D’Intino, Daria Greco con i partecipanti al workshop Around Excelsior collaborazione coreografica Daria Greco consulente culturale Viviana Gravano musiche Fabrizio Alviti disegno luci e video Daniele Spanò e Luca Brinchi contributi filmici Isabella Gaffè video Homo Homini Lupus Filippo Berta costumi Chiara Defant direzione tecnica Maria Elena Fusacchia e Gabriele Termine realizzazioni scenografiche Loris Giancola e Giulio De Martin

produzione esecutiva Associazione Culturale Chiasma con il sostegno di MiBAC–Ministero Beni e Attività Culturali co-produzione Théâtre National de Chaillot Parigi, Festival Oriente Occidente Rovereto; Festival Fabbrica Europa Firenze; Romaeuropa Festival Roma; Versiliadanza Firenze; in collaborazione con Teatro della Toscana/Pontedera Teatro, ACS Abruzzo; progetto realizzato nell’ambito di Residenze coreografiche Lavanderia a Vapore 3.0 /Piemonte dal Vivo

durata 60’

Nel 1881 al Teatro alla Scala di Milano debutta il Gran Ballo Excelsior, uno dei balli italiani dell’Ottocento di maggior successo che, come dichiara il suo autore Luigi Manzotti, celebra la grandezza della civiltà contro l’oscurantismo che costringe i popoli: “nelle tenebre del servaggio e dell’ignominia”.

Sono gli anni delle Esposizioni Universali dove vengono celebrate le conquiste del progresso, della rivoluzione industriale, dell’imperialismo coloniale e dell’affermazione del concetto di identità nazionale e del suo immaginario di riferimento.

Date queste premesse Salvo Lombardo, guida della compagnia Chiasma, si interroga su quale è oggi l’eredità culturale di quell’idea di Occidente della fine del XIX secolo. Quali iconografie e quali immaginari del Gran Ballo Excelsior riemergono oggi, in forme apparentemente diverse, nelle rappresentazioni degli ‘altri’, nel disegno dei corpi, e nella negoziazione delle relazioni tra Europa e resto del mondo?

La pièce costruita da Lombardo non vuole essere un riallestimento del balletto, quanto piuttosto una sua ri-mediazione che si sofferma sugli immaginari stereotipici che il presente ripropone attraverso i suoi linguaggi, le sue raffigurazioni e i suoi media.

Salvo Lombardo è coreografo e direttore artistico della compagnia Chiasma. È stato coreografo residente ad Anghiari Dance Hub e alla Lavanderia a Vapore, coreografo ospite per Aura Dance Theatre di Kaunas (LIT) e artista associato al Festival Oriente Occidente. Nel 2018 crea lo spettacolo Excelsior in coproduzione con il Théâtre National de Chaillot di Parigi, Oriente Occidente, Fabbrica Europa, Romaeuropa e Versiliadanza. Del 2019 il progetto Bodies Moemories per Attakkalari Dance Company di Bangalore (India) nell’ambito di Crossing the sea.

Condividi con gli amici