08 set 17:0 Poesia
08 settembre 2018
{Evento terminato}

MARGINE E MERAVIGLIA

Marcello Sambati

8796101_3147835

Le Dimore d’autunno sono una delle tappe del programma annuale di Armunia, quello che lega l’estate all’inverno, attraverso residenze, prove aperte al pubblico, incontri, laboratori e iniziative che offrono la possibilità di conoscere artisti in una condizione diversa dal palcoscenico. Sul crinale tra la montagna e il mare ci sono luoghi ideali per immaginare e questo progetto sperimentato lo scorso anno con grande successo da Armunia, prevede per questa nuova edizione due appuntamenti: una passeggiata a piedi, o in mountain bike, da Castiglioncello per raggiungere la vetta di Poggio Pelato dove, venerdì 7 settembre alle 17,15, la compagnia Ilaria Drago in collaborazione con Fortebraccioteatro, accompagnerà gli spettatori alla visione di Metamorfosi. Elegia per donne randagie, scritto e interpretato da Alessandra Cristiani e Ilaria Drago con Andrea Peracchi, Francesca Bini e Pier Giuseppe di Tanno.  Ritrovo e partenza in Strada Vicinale delle Spianate alle ore 16.00, per giungere a Poggio Pelato alle ore 17.15 dove andrà in scena Metamomorfosi Elegia per donne randagie, con le musiche di Gianluca Misiti e le luci di Max Mugnai. Armunia ringrazia il maneggio San Marco per la collaborazione. Il secondo appuntamento con la passeggiata verso Poggio Pelato, sarà domenica 9 settembre (ritrovo alle 16,30 nel medesimo luogo, con rientro previsto per le 19,30) con Roberto Latini che accoglierà gli spettatori sulla vetta del Poggio con il suo reading dalle poesie di Mariangela Gualtieri dal titolo La delicatezza del poco e del niente. Tra i due spettacoli per “spettatori itineranti” sabato 8 settembre alle 17, alla Limonaia di Castello Pasquini, Attilio Scarpellini coordinerà la conversazione con il poeta Marcello Sambati e con Carla Romana Antolini, curatrice del volume dedicato a Sambati dal titolo MARGINE E MERAVIGLIA La scena corporea di Marcello Sambati.  Marcello Sambati è un raffinatissimo poeta e l’importanza del suo teatro risiede negli accadimenti che ripropongono, in scena, la condizione esperienziale e iconica dell’arte. Una proposta che vuole integrare natura, arte e movimento aggiungendo allo spettacolo del tramonto, quello del teatro.

Tutti gli eventi sono gratuiti
NB: Per gli spettacoli a Poggio Pelato è consigliato un abbigliamento comodo, scarpe da ginnastica e una torcia; l’accesso in auto all’area dello spettacolo è consentita solo ai mezzi muniti di contrassegno; in caso di maltempo lo spettacolo si effettuerà al Castello Pasquini alle ore 18.00

 

Marcello Sambati è un raffinatissimo poeta e l’importanza del suo teatro risiede negli accadimenti che ripropongono, in scena, la condizione esperienziale e iconica dell’arte.

In questo volume si pubblicano nove suoi testi poetici (scritti tra il 1987 e il 2009), accompagnati da un’intervista che ripercorre cronologicamente l’esplorazione artistica del regista e da preziosi contributi: Lorenzo Mango ci offre un dettagliato e illuminante excursus, dal teatro di poesia fino al corpo poetico dell’artista; Marco Palladini propone una ballata metacritica in versi, che tanto ci dice dell’autore di Dark Camera; Dario Evola ci conduce nel mondo di Sambati dove la drammaturgia dell’immagine non è illustrazione ma costruzione di un immaginario; Raimondo Guarino, con la sua analisi, indica la necessità, oggi come ieri, o forse più di ieri, che l’opera di Sambati vada rivissuta e inseguita come peripezia del fare artistico che si racconta nell’ostinazione delle pratiche.

INCONTRO CON L’AUTORE
8 settembre ore 17.00
Castiglioncello – La Limonaia/Castello Pasquini

Marcello Sambati
MARGINE E MERAVIGLIA
La scena corporea di Marcello Sambati

editore Editoria & Spettacolo
collana Spaesamenti
a cura di Carla Romana Antolini

Coordina Attilio Scarpellini
partecipa la curatrice Carla Romana Antolini

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 17 ottobre 2018