fbpx
25/03/22

AMORE E PSICHE

di e con Angela Antonini, Elena Galeotti

amore e psiche imm bianco e nero

Una torcia splendente, un finestra aperta nella notte
Perché caldo l’amore vi possa entrare.
John Keats, Ode a Psiche

Come Aguirre, in pieno furore, abbiamo viaggiato a bordo di una zattera, percorrendo il fiume Lavino siamo approdate in un lembo di terra attraversate da voci raccolte in terre lontane. Ci piace fermarci, incontrare occhi e sorrisi, umane creature che rispondono e ridono. Verio, in alto, di vedetta. Le cicale ad applaudire tutto il tempo e noi, felici e più umane che mai, riprendiamo il cammino pronte a raggiungere un pezzetto di terra con nuovi colori e suoni raccattati ovunque sulla fanciulla indomita e sul dio dell’amore.

Questa la prima tappa del viaggio di due zingare che della Favola di Amore e Psiche conoscono vita, morte e miracoli; ad ogni incontro svelano a spettatori gentili nuovi particolari, cantano inattese melodie, al loro passaggio fauna e flora si rallegrano.

La famosa favola di Apuleio sappiamo che deriva da una serie di racconti orali precedenti. Dai versi dei poeti ellenistici alle tracce ritrovate nelle terre bagnate dal Mediterraneo, dalle terre della grande Africa e ancora più lontano nel tempo e nello spazio ci sono echi provenienti dall’altopiano iranico giù fino all’India.
In un modo o nell’altro, una ragazza va in sposa a un essere misterioso che incontra soltanto di notte.
Lei Psychè, Farfalla in virtù del suo ciclo vitale, metafora perfetta del formarsi della vita, lui Eros, buio e luce, poi grande volo; inseparabili.

Forse sono stati proprio gli zingari, nel loro vagabondare e nel ruolo di narratori professionisti che gli è proprio, a trasportare nei vari paesi questo racconto, adattandolo alla loro esperienza di vita. E noi, vagabonde appassionate, torniamo alla dimensione orale, portiamo voci e lingue. La nostra storia non può essere fissata in un tempo e luogo definiti perché è all’origine del mondo, c’è qualcosa che appartiene da sempre all’uomo, una dimensione archetipica, la favola dell’essere umano. La Favola delle Favole.

venerdì 25 marzo

Sala del Camino, Castello Pasquini, Castiglioncello

Associazione Cantharide
AMORE E PSICHE

Lettura scenica rivolta ai giovani della scuola secondaria di secondo grado (14-19 anni) e a tutti gli adulti curiosi di conoscere ‘La favola’ che sta all’origine del desiderio d’amore.

tratto da La favola di Amore e Psiche di Apuleio
di e con Angela Antonini, Elena Galeotti
voci Oracolo e Cupido Gianluca Balducci
chitarre Simone Marcandalli e Gianluca Balducci
canto Riccardo Marchi
produzione Cantharide 2021
con il contributo del Comune di Zola Predosa
Regione Emilia Romagna
Nell’ambito Bologna Estate

ASSOCIAZIONE CULTURALE CANTHARIDE
Si costituisce nel 2001, a Zola Predosa (BO) come gruppo teatrale di produzione spettacoli e laboratorio di ricerca sull’arte della messinscena e dell’attore. L’associazione è composta da un nucleo stabile di artisti con diverse competenze e dall’inizio ha sviluppato rapporti di collaborazione con altri enti ed artisti. L’attività che Cantharide svolge comprende la produzione di spettacoli; l’organizzazione di rassegne teatrali (Progetto Contronatura dal 2001) e progetti culturali: D’Umanità L’Attore in collaborazione con Drama Teatro, Per una Comunità di Passioni in collaborazione con Teatro Patalò; infine la ‘formazione’, sia all’interno delle scuole che extrascolastica, come il progetto Mnemosyne-I Fili della Memoria in collaborazione con ANPI E ANED e il laboratorio per adolescenti T.A.C. Il gruppo collabora attivamente con l’Amministrazione Comunale di Zola Predosa, con la Regione Emilia Romagna (Cantharide è beneficiaria della L.R. 13/99 dal 2006) sia per la programmazione della rassegna teatrale che per le produzioni; dal 2016 partecipa al progetto CLASS ACTION, L.R.37, del Distretto Culturale di Casalecchio, Bologna. Dal 2017 Cantharide gestisce l’Auditorium Spazio Binario a Zola Predosa, si occupano della gestione dello spazio Ilaria Debbi, Riccardo Marchi, Anteo Ortu e Elena Galeotti.

 

 

Quando:
ven, 25/03/2022 ore: 18:00 Recital letterario
Biglietto:
Intero: € 8,00 Ridotto: € 0
Newsletter

Iscriviti alla nostra mailinglist per ricevere periodicamente una email con tutte le nostre nuove iniziative e spettacoli.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 23 gennaio 2022