21 mar 18:00 Laboratori
21 marzo 2019 - 22 marzo 2019
{Evento terminato}

PAOLA BIANCHI – ESTI

Laboratorio di danza contemporanea per non professionisti

!cid_4EE42041-88AC-4709-8AA9-119ADCFD6D3B@fritz

PAOLA BIANCHI

ESTI – laboratorio di danza contemporanea per non professionisti
aperto a tutti

 

Come posso creare una coreografia senza corpo che generi una incorporazione del movimento in chi ascolta? Cosa genera la descrizione verbale di una coreografia nel corpo di chi ascolta? E se quella descrizione viene incarnata, quale movimento viene generato?

Questo laboratorio gratuito di Paola Bianchi indaga la possibilità di trasmissione del movimento attraverso la parola escludendo il “corpo del maestro” come modello di riferimento da seguire e imitare. La parola, intesa unicamente nella sua funzione di descrizione an-emozionale del movimento, assume qui il ruolo di vera e propria guida, diventando motore di ricerca interna al proprio corpo. Il metodo prevede l’esclusione della visione come mezzo di trasmissione del sapere corporeo sostituendola con l’udito, un ribaltamento del piano della trasmissione del movimento.

Esti, in greco antico, è la forma della terza persona dell’indicativo del verbo essere – una affermazione, una dichiarazione di esistenza.

Esti è parte del progetto di creazione ELP (acronimo per ethos, logos, pathos) che indaga la relazione tra parola e movimento. Il progetto ELP prevede la creazione di diversi dispositivi, sarà accompagnato da uno staff scientifico, vedrà la collaborazione di altri artisti. Attraversando una serie di residenze coreografiche si svilupperà per tutto il 2019.

 

Il LABORATORIO GRATUITO si svolgerà dal 21 al 22 Marzo presso il Castello Pasquini di Castiglioncello dalle ore 18 alle 20
Per partecipare è necessario iscriversi inviando una email a [email protected] o telefonare al 0586 754202
È consigliato un abbigliamento comodo.

PAOLA BIANCHI
Coreografa e danzatrice. Con i suoi lavori partecipa a festival nazionali e internazionali. Collabora con musicisti, artisti visivi, videoartisti, registi cinematografici e teatrali. Conduce laboratori di ricerca coreografica e tiene lezioni teoriche presso alcuni atenei italiani. Ha curato la direzione artistica di rassegne e festival.
Nel 2014 viene pubblicato il suo volume “Corpo Politico _ distopia del gesto, utopia del movimento” a cura di Silvia Bottiroli e Silvia Parlagreco, Editoria&Spettacolo collana Spaesamenti.
Il corpo sulla scena è una forma, piena di contenuto. L’affermazione nasce da una sua particolare attenzione nei confronti del corpo, non solo come strumento e specifico linguistico, ma come area di indagine intorno a cui ruota la sua ricerca.

Condividi con gli amici