fbpx
29/06/21
{Evento terminato}

ABSTRACT

di Habillé D’eau

Chiocchini

La pratica attuativa è il campo. Scontorno l’attore, la figura, l’essere.
Lo situo nella frontalità. Lo consegno alla durata, alla luce. Fa ingresso l’uomo.
Simultaneità senza narrazione. Azione che non rappresenta.

Penso la scena come quel dispositivo di prossimità che – sospendendo la violenza del reale – consente la presa diretta del fatto, ineludibile piano sequenza sulla materia, sul suo volto interrogante.
In un tempo richiamato e interrotto, tre figure stazionano. Si cimentano con l’azione solitaria, tentano il duo, non senza lacerazione il numero tre.
Rifletto sul potenziale di irrealtà del dato: quando il fenomeno nella sua effettività – qualsiasi dato di esperienza – riverbera uno scostamento, una sensazione, un dubbio di irrealtà. Quando il reale – rendendosi presente – si nega per divenire presagio.
Rifletto sull’illusione di realtà: quando animo l’inanimato, rispondo alla finzione dichiaratamente esposta, al falso. Non si tratta della questione della verità, ma dell’oscillazione che l’incontro con il dato imprime all’assetto percettivo.

martedì 29 giugno ore 19
Teatro Nardini – Rosignano Marittimo

Habillé D’eau
ABSTRACT
Un’azione concreta

ideazione e regia Silvia Rampelli
con Alessandra Cristiani, Eleonora Chiocchini, Valerio Sirna
luce Andrea Margarolo
produzione Habillé d’eau, Tir Danza 2020
Coproduzione Grandi Pianure – Teatro di Roma, Armunia/Festival Inequilibrio,
Festival Danae
Sostegno Short Theatre, Centro di Residenza della Toscana Armunia CapoTrave/Kilowatt
Con il supporto di Komm Tanz_Passo Nord
progetto residenze Compagnia Abbondanza/Bertoni
Ringraziamenti Gianni Staropoli, Roberta Zanardo

durata 55′

Habillé d’eau
Silvia Rampelli, laurea in filosofia, focalizza la riflessione sulla natura dell’atto, sulla scena come dispositivo percettivo, sul dato umano. Nel 2002 fonda Habillé d’eau, progetto di ricerca pratica performativa indipendente, al quale aderiscono stabilmente Alessandra Cristiani, Gianni Staropoli, Eleonora Chiocchini e attualmente Valerio Sirna. Habillé d’eau è stata prodotta – tra l’altro – dalla Biennale di Venezia diretta da Romeo Castellucci, dal Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera e invitata nei maggiori festival italiani e in Francia, Bosnia, Stati Uniti, Polonia.
Numerosi sono i testi critici pubblicati. Tra i più recenti: Il corpo insorto nella pratica performativa di Habillé d’eau, a cura di Ada D’Adamo, Editoria e Spettacolo, Roma 2012. Prologo e dialogo di Strutture elementari dell’azione, testo scelto da Attilio Scarpellini per la sezione della Enciclopedia delle Arti Contemporanee. I portatori del Tempo, volume III. Il Tempo inclinato, a cura di Achille Bonito Oliva, Mondadori Electa, Milano 2015. Outsider – Le ragioni dell’indipendenza. Scritti, visioni e algoritmi, a cura di Viviana Gravano, Paolo Ruffini, Editoria e Spettacolo, Spoleto 2016. Tra i riconoscimenti ricevuti: Enzimi Danza per rigore e originalità creative; Generazione Scenario; Premio per la specificità e l’originalità del linguaggio e delle tecniche corporee – International Teatarfest Sarajevo. Nel 2018 Habillé d’eau riceve per Euforia il Premio Ubu per il migliore spettacolo di danza.

Quando:
mar, 29/06/2021 ore: 19:00 Danza
Biglietto:
Intero: € 10,00 Ridotto: € 0
Newsletter

Iscriviti alla nostra mailinglist per ricevere periodicamente una email con tutte le nostre nuove iniziative e spettacoli.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

Condividi con gli amici

In agenda

Da oggi 27 settembre 2021